Juventus-Fiorentina, Mandzukic e Kalinic titolari: Bomber croati a confronto

Domenica sera alle ore 20:45 l’affascinate sfida della giornata numero 16 di Serie A sarà Juventus-Fiorentina. Allo Stadium ecco una sfida per veri intenditori: Mandžukić e Kalinić, punte di diamante delle due squadre, sono pronti a darsi battaglia in vista di una sfida tra connazionali di pura razza croata. Il confronto, oltre a quello tra due squadre leader del campionato, sarà quello tra due bomber che grazie alle loro prestazioni e le loro reti hanno permetto a Juventus e Fiorentina di portare a casa diversi punti preziosi per la classifica, oltre che una Supercoppa alla Juventus.

MARIO MANDZUKIC

Come i migliori intenditori di calcio possono confermare, ecco una sfida tra due calciatori con caratteristiche differenti, inversamente proporzionali alla lettura dell’accento al termine dei loro rispettivi cognomi. Andiamo a vederle nel dettaglio. Mario Mandžukić in questa stagione ha dimostrato di essere il sostituto ideale di Fernando Llorente, ariete spagnolo passato al Siviglia la scorsa estate. Con 6 reti pesantissime all’attivo, il croato è il classico attaccante di sfondamento nel gioco aereo, capace di trasformare in rete ogni cross decente che arriva da una delle due fasce. Indifferente se destra o sinistra, se il cross è buono la rete è assicurata. Con la maglia della Juventus eccolo lanciato all’esordio ufficiale nella finale di Supercoppa Italia. Per lui una rete da bomber puro e primo trofeo in bacheca. Quando è assente per infortunio, forse troppe volte in questa stagione, la sua assenza si sente, anche se non in modo troppo visibile, visto che le alternative non mancano.

NICOLA KALINIC

Nikola Kalinić arriva a Firenze la scorsa estate tra lo scetticismo generale dell’ambiente gigliato. Tra alzate di sopracciglia e incurvamento a parabola rivolta verso il basso della bocca, come a dire: “e questo chi è?”, il croato mette a segno nell’arco di poche gare gol pesanti che permettono alla Fiorentina di sbancare subito il botteghino e piazzarsi sempre ai primi posti. Rapido, tecnicamente dotato di un bel dribbling a differenze di Mandzukic, Kalinic può fare davvero male alla Juventus, anche se un fattore può aiutare la squadra di Massimiliano Allegri. Se è marcato a uomo, ecco il gioco dei viola dimezzato almeno del 50%.

Questo il confronto tra i due calciatori, ora a voi il giudizio finale. Chi fara davvero la differenza?

LEGGI ANCHE: