Juventus, il ritorno di Asamoah: dal gol in Supercoppa alla magia con la Fiorentina

Un gol vittoria per festeggiare il rinnovo con la Juventus. E’ stata sicuramente una settimana importante per Kwadwo Asamoah, che nella sfida con la Fiorentina ha praticamente consegnato lo Scudetto, il terzo consecutivo, nelle mani dei bianconeri.

Fantastica la rete del centrocampista ghanese, che si libera di tre difensori con una finta di tacco e lascia partire un destro che si infila sotto l’incrocio dei pali. Ma è soprattutto la splendida prestazione a sancire il definitivo ritorno del treno nero a pieno regime, dopo il periodo poco brillante dello scorso anno.

18 milioni di euro. E’ stata questa la cifra pagata dalla Juve per portare a Torino l’esterno classe 1988, dopo che si era fatto notare con la maglia dell’Udinese, club in cui ha giocato per quattro anni. E Kwadwo dimostra fin da subito di valere il danaro speso: duttilità, corsa e sacrificio lo contraddistinguono, oltre a quel vizio di segnare gol spettacolari, come al Napoli in Supercoppa al volo ed al Pescara in campionato con una rovesciata.

Il giocatore  diventa un elemento imprescindibile nello scacchiere di Antonio Conte, convincendo la società a riscattare l’altra metà del cartellino. Poi il calo, fisiologico, successivo alla Coppa d’Africa. Tuttavia l’involuzione è durata più del previsto, al punto che molti pensavano che non sarebbe più tornato lo stesso. Ma Asamoah ha sorpreso di nuovo tutti, migliorando partita dopo partita, e ritornando al gol contro il Chievo, con un bellissimo sinistro a giro.

Il rinnovo in settimana e l’ottima prestazione con i Viola non hanno fatto che confermare che la ripresa è ultimata: Asa è tornato, e per quest’ultima, fondamentale parte di stagione il mister potrà nuovamente contare su di lui.

Leggi anche–>Llorente chiama Totti
Leggi anche–>La Juve su Micah Richards