Juventus-Milan, Tassotti: "Siamo pronti a battagliare"

Siamo ormai alla vigilia della grande sfida di domani sera allo Juventus Stadium tra Juve e Milan. Nella conferenza stampa di presentazione della partita, complice l’assenza di Inzaghi per influenza che raggiungerà il gruppo stasera direttamente a Torino, è intervenuto l’allenatore in seconda Mauro Tassotti. Secondo l’ex calciatore rossonero la squadra è pronta a dare battaglia ai bianconeri e a provare a vincere la partita nonostante il potenziale elevato degli avversari: “Quella contro la Juve è la partita più complicata che poteva capitarci in questo momento, ma noi siamo pronti a battagliare fino alla fine. Dobbiamo giocare con ordine e concentrazione per tutti i 90′ minuti, se siamo aggressivi e non ci tiriamo indietro abbiamo qualche chance di vincere”.

Il vice di inzaghi poi fa un’analisi della Juventus e i dei suoi straordinari punti di forza: “Sono una squadra con tantissimi punti di forza, hanno una difesa impenetrabile tra le migliori di Europa. Allegri è riuscito a passare al 4-3-1-2 mantenendo la stessa efficacia e lo stesso rendimento di prima. E’ una squadra che cambia modulo con estrema facilità. Max è stato bravo a non stravolgere un meccanismo consolidato, ma solo a plasmarlo secondo la sua filosofia di gioco”.

Secondo Tassotti le cause del periodo nero che sta attraversando il Milan sono state dovute a qualche infortunio di troppo e alla perdita di sicurezza nei propri mezzi: “Abbiamo finito l’anno nel migliore dei modi e poi abbiamo avuto un calo vertiginoso in questo inizio di 2015. Probabilmente le cause maggiori sono state i numerosi infortuni che abbiamo avuto e la perdita di sicurezza nei nostri mezzi. La vittoria contro il Parma però ci ha dato la svolta. Perchè l’abbiamo ottenuta nonostante le tante assenze e nonostante le difficoltà. Ora vogliamo ricominciare a migliorare e a vincere con continuità”.

Infine Tassotti dice la sua sugli ultimi due arrivati in casa Milan, ovvero Antonelli e Paletta, e sulla possibilità che hanno di scendere in campo: “Li ho visti molto bene, si sono subito integrati nel gruppo. Hanno quasi sempre giocato nella difesa a 4. Credo che entrambi domani potranno essere scelti per partire dal primo minuto”.

TUTTE LE NOTIZIE SU JUVENTUS-MILAN

Leggi anche: