Juventus-Parma, Lichtsteiner: "Il modulo non è un problema"

Il modulo è secondario. A dirlo è Stephan Lichtsteiner, nell’antivigilia di Juventus-Parma, che ha rilasciato un intervista ai microfoni di Sky Sport, in merito al cambio di modulo dal 3-5-2 al 4-3-2-1 adottato nell’ultima gara di Champions contro l’Olympiakos. “Per me è più facile perché gioco molti più palloni, – ha detto il difensore che sta trattando il rinnovo del contratto con la società bianconera – ma credo anche che per i difensori non sia un problema giocare a tre o a quattro perché dietro siamo una squadra forte“.

Lo svizzero conferma che anche con il 3-5-2 la Juventus ha giocato bene “…ma siamo stati sfortunati perché abbiamo creato tante occasioni. A livello di possesso palla è sicuramente più semplice quando si gioca a quattro”. Quindi il discorso si è spostato su Massimiliano Allegri: “Un ottimo allenatore ed una gran persona, si è adattato subito all’ambiente pur sapendo che non era assolutamente semplice dopo aver vinto tre scudetti consecutivi”.

Una battuta sul suo futuro non poteva di certo mancare: “La società ha un progetto serio, quindi penso che si continuerà a far bene. Per il mio futuro alla Juventus, stiamo parlando per il rinnovo quindi non ho altro da aggiungere“, ha concluso il difensore.

JUVENTUS-PARMA: TUTTE LE NOTIZIE