Juventus: Pogba ancora decisivo, ma il rinnovo tarda ad arrivare

In queste prime sei partite di campionato l’unico giocatore del quale Conte non ha mai fatto a meno è stato Paul Pogba. Complice anche l’infortunio di Marchisio, che l’ ha tenuto fuori per 3 settimane, l’ enfant prodige francese è sempre stato schierato titolare ripagando sempre la fiducia concessagli dal mister con prestazioni sontuose condite, come successo nel derby, da gol  decisivi.

Prestazioni che non sono passate inosservate agli occhi di Marotta ne tantomeno a quelli del suo procuratore Rajola tanto che il d.g. Bianconero dichiarò  prima della sciagurata  trasferta di Copenaghen :”Paul merita un aumento per quello che sta facendo”.

Pressata da mezza Europa (Real e Psg su tutte) infatti la dirigenza bianconera  vuole blindare il gioiello francese e da mesi pensa di rinnovargli il contratto che ora scade a giugno 2016.

Pogba Juventus

Le parole del d.g. bianconero sembravano un assist perfetto per il suo agente e facevano pensare  a un imminente rinnovo a 2,5 milioni di euro a stagione più una serie di bonus (attualmente guadagna un milione di euro più premi) e prolungamento fino al 2018 con l’inserimento di una clausola rescissoria non inferiore a 50 milioni.

A sorpresa però arrivò la risposta di Rajola :“alla Juventus è tranquillo, contento e sta benissimo. Però non è questo il momento per incontrarsi e nemmeno per parlare di rinnovo. Abbiamo ancora tre anni di contratto e aspettiamo i tempi giusti per prolungarlo “. L’obiettivo dell’agente immaginiamo sia quello  di far alzare ulteriormente il valore del suo assistito per poter pretendere in futuro un trattamento pari a quello dei big della squadra ( Tevez e Buffon sono quelli che al momento guadagnano di più).

FBL-ITA-SERIE A-SAMPDORIA-JUVENTUS

Non a caso lo stesso Rajola dichiarò qualche settimana che se Bale valeva 100 milioni, Pogba ne valeva 200 e il gallese a Madrid  ha firmato un contratto da 13 milioni annui. La paura dei tifosi è che dietro questa strategia attendista si celi la volontà  del suo procuratore di portare il suo gioiello  dove gli verrebbe garantito un contratto faraonico. Nubi all’orizzonte per ora non se ne vedono ma con Rajola è meglio essere prudenti.