Kakà Story: il bambino d'oro che è entrato nel cuore dei rossoneri

E’ arrivata da poco l’ufficialità del ritorno in rossonero di Ricardo Kakà: biennale a 3/5 milioni di euro a stagione (cifra ancora sconosciuta). I tifosi rossoneri non possono che accogliere a braccia aperte il ritorno di “Smoking Bianco“, capace di regalare in passato emozioni uniche e indescrivibili; ripercorriamo la sua storia.

Nella calda estate del 2003 viene acquistato dai rossoneri per 8 milioni e mezzo di euro, grazie ad un’intuizione di Leonardo. Fa il suo esordio ad Ancona ed entra subito nel cuore dei rossoneri: sombrero a centrocampo e subito assist vincente. Già da subito il brasiliano fa capire di essere dotato di un immenso talento. Il suo primo gol arriva, di testa, nel derby vinto dal Milan per 2 a 0 contro i cugini nerazzurri. Conclude la sua stagione con 14 reti all’attivo, risultando uomo-chiave per il 17esimo scudetto del Diavolo.

Kakà Milan

Nelle due stagioni successive il brasiliano illumina San Siro con giocate d’alta scuola e numeri spettacolari. Nonostante la serataccia di Istanbul ( finale persa ai rigori col Liverpool) riesce a dare continuità alle sue prestazioni. Tutti i tifosi rossoneri hanno ancora in testa il gol di Ricky contro il Fenerbahce: partito da centrocampo, ha dribblato diversi giocatori, prima di concludere a rete. Gol da cineteca, da Almanacco del Calcio.

Nel 2006/2007, anno di Calciopoli,  vive la sua stagione migliore: grazie ai suoi gol e alle sue genialate si rende protagonista assoluto della vittoria della settima Champions League dei rossoneri. Al termine del torneo sarà capocannoniere con 10 reti. Ad agosto segna il gol decisivo per la vittoria della Supercoppa Europea.

L’apice della sua carriera arriva nel dicembre 2007, quando vince il Pallone d’Oro battendo Cristiano Ronaldo e Messi. Nel suo ultimo anno in rossonero riesce a battere il suo record di gol in Serie A, con ben 16 marcature. Poi il passaggio al Real Madrid, all’epoca il più costoso della storia (67 milioni di euro).

Oggi Kakà torna, più motivato che mai a far bene per sé stesso (in ottica mondiali) e per i suoi tifosi (che lo amavano e lo amano tutt’ora)

Leggi anche -> Kakà – Milan: cifre e dettagli della trattativa

Leggi anche -> Milan – Cagliari: le pagelle dei rossoneri

Leggi anche -> Un difensore del Cagliari per rinforzare il Milan?