Kiwi e glicemia: ecco il collegamento che non conoscevi

Kiwi e glicemia sono amici o nemici? Ecco che cosa dice la scienza medica e cosa puoi fare per utilizzare il kiwi in ogni occasione nella tua dieta, soprattutto se soffri di diabete o se hai problemi gravi con la glicemia. La glicemia, infatti, può causare seri problemi al cuore e alla pressione sanguigna, oltre a creare dei veri e propri trombi all’interno di arterie e vene. Per evitare tutto questo, segui i consigli del tuo medico sulla terapia da seguire per ridurre il tuo livello di glicemia e utilizza il kiwi nella tua dieta. Ecco perché kiwi e glicemia sono nemici da sempre e perché dovresti utilizzare questo alleato della natura per combattere una malattia così importante.

Kiwi e glicemia sono grandi nemici

Ecco 3 motivi per te per cui kiwi e glicemia sono grandissimi nemici e perché puoi approfittarne subito: 

 

  • Il kiwi ha un bassissimo indice glicemico. La scienza medica ha evidenziato senza ulteriore margine di dubbio in tantissimi esperimenti che il kiwi ha un bassissimo indice glicemico, a prescindere dalla varietà che usi. Ci sono varietà che hanno un indice glicemico più basso e altre che hanno un indice glicemico più alto, ma la verità è che il kiwi, qualunque sia la sua varietà, non supera l’indice glicemico 53. Questo ti permette subito di ottenere tutti i benefici del kiwi semplicemente rimuovendo la buccia e mangiandolo da solo. 
  • Il kiwi permette di abbassare l’indice glicemico degli alimenti. Forse non lo sai, ma il kiwi è ricchissimo di fibre. Kiwi e glicemia sono grandissimi nemici, perché utilizzando insieme al kiwi un alimento liquido, come ad esempio il latte, il kiwi riesce a creare una gelatina che riduce il glucosio, permettendone un rilascio più lento. Questo ti permette di assumere maggiori zuccheri, ma di averli poco alla volta all’interno del tuo organismo in modo da evitare un aumento del livello di glicemia nel sangue.

  • Il kiwi è facile da trovare anche al supermercato. Aspetta ad altri prodotti che promettono di ridurre i livelli di glicemia, il kiwi è uno dei più economici dei più efficaci sul mercato. Oltre a essere un prodotto assolutamente naturale al 100%, il kiwi è efficace in qualsiasi variante tu decida di utilizzarlo in cucina. Il modo migliore per assumerlo, però, è da solo oppure sotto forma di succo che dovresti fare da solo con un estrattore, per non perdere tutte le proprietà nutrizionali. 

 

A meno che tu non abbia un’allergia o un’intolleranza al kiwi, puoi utilizzare tranquillamente questo prodotto esotico per ridurre il tuo livello di glicemia in maniera stabile e duratura

Come combattere la glicemia con il kiwi

Per combattere la glicemia con il kiwi ti basta assumerne uno ogni mattina, insieme al latte. In alternativa, puoi usare il kiwi come spuntino o a merenda. In questo modo, otterrai tutti i benefici di questo frutto esotico e scoprirai come kiwi e glicemia sono acerrimi nemici. Otterrai anche alcuni benefici collaterali, come una migliore digestione e la prevenzione di disturbi come la stitichezza. Utilizza sempre prodotti biologici per avere la certezza che si tratta di prodotti sicuri per la tua salute.