La convocazione di Chiellini in Nazionale fa infuriare la Juventus

La Juventus si infuria contro Prandelli per la convocazione di Chiellini per la prossima sfida della Nazionale in amichevole contro la Spagna. Subito dopo la vittoriosa partita contro il Milan, con le convocazioni da poche ore ufficializzate, si è scatenata la rabbia di Conte: “Mi aspettavo almeno una mezza chiamata da Prandelli per chiedermi: ‘Stupido, come sta Giorgio?’. Lo trovo poco garbato e poco educato questo tipo di comportamento: dai tanti giocatori alla Nazionale e ti fanno anche questo, non lo trovo giusto”.

E’ solo la prima frecciata nei confronti del commissario tecnico azzurro perché poi il tecnico bianconero chiarisce meglio la sua posizione: “Chiellini da tre settimane non gioca, venerdì ha ripreso ad allenarsi con un defaticante e l’ho portato a Milano per fargli riassaporare il campo ma, nella mia mente, non c’era il pensiero di utilizzarlo”. Secondo l’allenatore vederlo convocato: “Mi dispiace e mi rammarica, tante volte da parte del ct si chiede collaborazione e disponibilità, noi ne diamo tantissima, perché forniamo tanti giocatori, mi aspettavo almeno una mezza telefonata”.

Sulla stessa linea anche la società. Ai microfoni si presenta Marotta che non ha peli sulla lingua: “Chiellini è fuori da tre settimane, ha fatto sempre allenamenti differenziati e non si è mai allenato con i compagni: questa convocazione ci pare strana. Non voglio creare polemiche – dice ancora il dirigente juventino – però parleremo nelle sedi opportune. Prandelli è libero di chiamare chi vuole, però ripeto che una maggiore comunicazione poteva evidenziare che ci sono dei problemi oggettivi”.

Leggi anche — > Italia, Convocazioni in Nazionale: c’è Paletta