La Juve di Allegri batte il Milan: "Ce lo siamo meritati"

Massimiliano Allegri è sorridente e soddisfatto al termine di Milan-Juventus, gara decisa da una rete di Carlitos Tevez che ha permesso ai bianconeri di rimanere in testa alla classifica a punteggio pieno dopo tre giornate.

“Abbiamo rischiato davvero poco, se non ricordo male solo in una circostanza su Honda – dice Allegri -. per il restio abbiamo gestito bene il match, anche se potevamo segnare anche prima. Il Milan si difendeva e poco altro”.

Una Juventus che nel secondo tempo ha forse osato di più con gli inserimenti di Pereyra, ‘liberato’ dalle attenzioni di De Jong che si concentrava di più su Tevez: ecco che allora Allegri ha chiesto a Carlitos di giocare più sull’esterno per liberare lo spazio all’ex Udinese. “Si, più o meno è andata così anche se Tevez ha preso troppo alla lettera quello che gli chiedevo – dice sorridendo il tecnico toscano – andando troppo sull’esterno. Però sicuramente è stata una mossa vincente”.

Chiusura sul suo passato agrodolce al Milan“Per me erauna partita normale, anche se è ovvio che dopo tre anni e mezzo passati al Milan l’emozione c’è stata. Non bisogna essere ipocriti. Sono grato a tutti i dirigenti rossoneri. Ora, però, lavoro per la Juventus e devo fare gli interessi della mia società”.

Leggi anche –> Milan-Juventus 0-1 (Tevez), Claudio Zuliani: telecronaca e commento

Leggi anche –> Milan-Juventus 0-1, Tevez: “Esultanza per mio figlio”