La Juve tra campionato e Champions è un pò come Dott. Jekyll e Mr. Hyde

Allenatore diverso ma stessa Juventus. In Champions League i bianconeri non riescono a fare il proprio gioco e, di conseguenza, i risultati non arrivano.

I giocatori della “Vecchia Signora” quando sentono la meravigliosa musica composta da Tony Britten si sciolgono ed è come se si dimenticassero come si gioca al calcio. Siamo di fronte ad un vero e proprio esempio di doppia personalità. La Juventus è Dottor Jekyll in campionato dove riesce a fare il suo gioco e i risultati sono evidenti ma si trasforma in Mister Hyde quando varca i confini europei, al martedì o al mercoledì, poichè diventa irriconoscibile. E’ schizzofrenica e allo stesso tempo disattenta e poco incisiva.

Ora, il mercoledì è passato, i bianconeri ritornano in Italia quindi la ri-trasformazione alla normalità dovrebbe essere avvenuta. Lo sperano i tifosi ma anche e, soprattutto, Allegri che, fino ad adesso ha subito poche critiche ma d’ora in avanti sarà anche lui posto sul banco degli imputati.

Domenica alle 15.00, Juventus Jekyll dovrebbe passeggiare sulla neo-promossa Palermo. Tutto, però, dipende dalla voglia di rimanere tranquillo e prenderersi una pausa del suo alter-ego, Juventus Hyde.