L'Avversario della Juve: un Milan in crisi con Allegri a rischio

Juventus-Milan: soltanto 2 anni fa sarebbe stata una partita di cartello, una sfida che avrebbe potuto decidere le sorti dello scudetto, una sfida da ricordare negli anni.

Invece quella di domenica sera potrebbe essere una partita come tutte le altre per la Juventus. Il Milan di Massimiliano Allegri è totalmente diverso da quello che si giocava la vittoria in campionato solo 2 stagioni fa con i bianconeri. La squadra rossonera sembra aver perso tutto il suo smalto, il suo bel gioco, la sua voglia di vincere.

Le cessioni di grandi giocatori come Ibrahimovic e Thiago Silva, il ritiro di senatori che hanno fatto la storia della squadra di Milano come Nesta e Gattuso non sono ancora stati dimenticati dalla tifoseria e la dirigenza non è riuscita in due anni a sostituirli come si deve. In estate non è arrivato praticamente nessuno fino agli ultimi giorni, quando Galliani è riuscito a chiudere per Alessandro Matri e Kakà. Due acquisti che comunque si sono rivelati ancora inutili, chi per un motivo chi per un altro. Andiamo però ad analizzare la rosa dei rossoneri.

Constan Milan

Tra i pali c’è sempre Cristian Abbiati, apparso non in grandissima forma in questo inizio di campionato, reo di aver compiuto qualche indecisione di troppo. Insieme a lui, tutta la difesa milanista sembra essere inadeguata. I centrali Philippe Mexes e Cristian Zapata non danno sicurezze, nè in campionato nè tantomeno in Champions League, e anche domenica potrebbero soffrire gli attaccanti bianconeri. Sugli esterni dovrebbero giocare Ignazio Abate e Kevin Constant, entrambi ottimi in fase offensiva ma mediocri in quella difensiva.

A centrocampo Allegri dovrebbe optare per una mediana di quantità, per contrastare il centrocampo juventino, che può contare su giocatori di livello internazionale. Giocheranno dunque Andrea Poli e Nigel De Jong. L’olandese cercherà di limitare il più possibile le giocate di Andrea Pirlo, il costruttore del gioco bianconero. Ballottaggio MuntariNocerino per un posto a centrocampo. In avanti Allegri non potrà contare sul suo uomo migliore, Mario Balotelli, finora l’unico che ha rispettato le attese nella squadra rossonera grazie ai suoi gol.

Dietro le due punte agirà Riccardo Montolivo, già utilizzato in passato da trequartista. Non è prettamente il suo ruolo e quindi potrebbe non risultare efficace la scelta di Allegri. La coppia d’attacco sarà formata da Robinho ed Alessandro Matri, ancora alla ricerca del suo primo gol con la maglia rossonera. Il giocatore ha auspicato di trovarlo proprio contro la Juventus, sua ex squadra, per avere una sorta di rivincita.

Leggi anche –> Juventus-Milan, ultime news e probabili formazioni

Leggi anche –> Juventus-Milan, quote scommesse: bianconeri favoriti