Lazio-Juventus 0-1, le Pagelle dei Bianconeri (Coppa italia 2015-16)

La Juventus conquista l’ennesima vittoria stagionale, battendo di misura la Lazio e staccando il pass per la semifinale della Coppa Italia 2015-16, dove affronterà l’Inter di Mancini, capace di espugnare il “San Paolo” di Napoli nella serata di ieri. All’Olimpico, invece, va in scena un primo tempo equilibrato, ma nella ripresa l’undici di Allegri alza il ritmo e schiaccia i biancocelesti, trovando il gol decisivo con Stephan Lichtsteiner.

Ecco le pagelle degli uomini di Allegri (VOTO 6,5):

NETO (VOTO 6): Non è mai chiamato a parate straordinarie, però dà tranquillità al reparto difensivo con un paio di uscite importanti;

CACERES (VOTO 6,5): Dopo una sbavatura iniziale, gioca concentrato e cattivo come sempre, azzeccando ogni intervento in scivolata e fermando diversi attacchi biancocelesti;

BONUCCI (VOTO 6,5): Partita solida e precisa come al solito. Guida alla grande il pacchetto arretrato, non permettendo neanche un tiro in porta all’attacco laziale e al bomber Klose;

CHIELLINI (VOTO 6,5): Fa valere la sua forza fisica in fase difensiva e i suoi inserimenti fanno male alla retroguardia laziale. Sfiora il gol con un paio di colpi di testa, così come non manca mai il solito cartellino giallo;

LICHTSTEINER (VOTO 6,5): Dopo aver superato un periodo difficile a livello umano e sportivo, trova (dopo quello contro il Borussia M’gladbach) un altro gol decisivo, che porta la Juve in semifinale di Coppa Italia. Per il resto, corre come un treno sul versante destro, accompagnando la manovra offensiva e non rischiando niente in fase difensiva; (sost. CUADRADO: VOTO 5,5)

STURARO (VOTO 6,5): Partita di sostanza e sacrificio come di consueto. Recupera una quantità impressionante di palloni e spreca anche un’occasione clamorosa davanti a Berisha;

MARCHISIO (VOTO 5,5): Discreta prestazione del “Principino”, che mette ordine in mezzo al campo e tenta di lanciare in profondità i due attaccanti;

POGBA (VOTO 6): Buona la sua prova, per impegno e gesti tecnici. Può fare sicuramente meglio, ma sta crescendo dal punto di vista atletico e Allegri sa quali corde “pizzicare”;

ALEX SANDRO (VOTO 6): Migliore in campo nel primo tempo, mentre si spegne un po’ nella ripresa. La sua corsa e i suoi cross, però, non mancano mai, ecco perchè il tecnico livornese continua a consegnargli le chiavi del versante mancino;

ZAZA (VOTO 7): Gli è mancato solo il gol, ciò che sarebbe stata la ciliegina sulla torta dopo aver dato davvero tutto. Corre come un forsennato e pressa gli avversari per 90 minuti, ritagliandosi un ruolo da protagonista anche in occasione del gol di Lichtsteiner; (sost. DYBALA: VOTO 6)

MORATA (VOTO 6): Non è ancora al meglio, soprattutto dal punto di vista mentale, ma comincia a intravedersi il “vecchio Alvaro”, rapido nel girarsi e a saltare il diretto avversario. Incassa numerosi colpi e guadagna diverse punizioni, utili per far respirare la squadra; (sost. MANDZUKIC: VOTO 6)

TUTTE LE NOTIZIE SU LAZIO-JUVENTUS (COPPA ITALIA)