Lazio-Milan, Abatantuono: "Preoccupato? No, rassegnato"

Si avvicina Lazio-Milan e tra i tifosi rossoneri domina un certo scetticismo e rassegnazione, figlie del cattivo andamento del Diavolo nelle ultime partite. Rappresentante di tutti i tifosi del Milan è Diego Abatantuono che, in un’intervista radiofonica a “I Laziali sono qua”, ha espresso la sua delusione e esaminato Lazio-Milan.

Non fa troppi giri di parole ed esprime in maniera diretta il suo pensiero Abatantuono che vede il Milan in svantaggio rispetto alla Lazio perché privo di una propria identità di gioco: “Non sono preoccupato, ma rassegnato e se avete visto le ultime partite del Milan capite a cosa mi riferisco. Il problema non è sbagliare una partita, manca il gioco e può anche capitare di vincere una partita, ma risulta veramente difficile”. Le colpe principali le ha la società che ha sbagliato alcune scelte e mal investito la liquidità a propria disposizione: “A Milano non tira una bella aria. Nel corso degli anni siamo stati viziati e adesso il mondo rossonero è colmo di tristezza e malinconia. Le strigliate di Berlusconi a giocatori e collaboratori mi fanno ridere: non li ha scelti lui? Non è una questione di soldi, quelli girano e ci sono, ma dipende da dove li metti”.

Abatantuono contesta la scelta di Inzaghi come allenatore: “Lui è un ragazzo simpatico e bravissimo, ma che esperienza ha come tecnico per allenare a certi livelli? Non è possibile ripetere l’era Sacchi così e non è sufficiente aver giocato nel Milan per poterlo allenare”. Critica la società per la scelta del mister e per altre scelte effettuate durante il mercato estivo: “Menez è uno che nella Roma, così come nel PSG e adesso nel Milan ha giocato e gioca a metà. Ci manca solo che prendiamo nuovamente Balotelli o acquistiamo Osvaldo“.

Squadra da bocciare per Abatantuono che, invece, tesse le lodi della Lazio: “Mi piace molto perché è una squadra che ha un’identità di gioco ben definita e lo dimostra sempre quando scende in campo e si è visto anche nel match contro il Napoli. Nonostante le tante assenze è riuscita a fare una buona partita”. Quindi l’augurio finale per Lazio-Milan: “Speriamo che a vincere non sia il migliore perché siete nettamente più forti voi”.

TUTTE LE NOTIZIE SU LAZIO-MILAN

Leggi anche: