Le registrazioni a Claudio Lotito mandano il calcio nella bufera

Il mondo del calcio è nella bufera a causa di una telefonata che il dg dell’Ischia Iodice ha fatto e poi registrato col patron di Lazio Salernitana Claudio Lotito, a riportare tali registrazioni come ricorda la Gazzetta dello Sport è stato il quotidiano “La Repubblica.

La telefonata in questione risale allo scorso 28 gennaio. Il patron della Salernitana lavora per ridare la maggioranza a Mario Macalli, presidente della lega Pro (e vicepresidente federale) che è stato sfiduciato da alcuni club tra i quali figura l’Ischia di Iodice; proprio il dirigente della società campana chiama e registra la telefonata fatta a Lotito. Iodice spiega il motivo per cui ha registrato tale telefonata: “Se l’Ischia non sosterrà il programma di Lotito, non avrà contributi ed essendo Lotito un uomo potente mentre la mia una piccola società ho registrato la chiamata per cautelare me e l’Ischia.”

Nella telefonata Lotito dice chiaramente a Iovine: “Maurizio Berretta in Lega A non conta nulla, non è lui a decidere e tra un anno e mezzo andrà via da solo” . Lotito dice a Iovine che il suo obbiettivo è quello di salvare la Lega Pro: ” voglio salvare la Lega Pro”

Le cose più importanti registrate riguardano la serie B. Infatti Lotito dice di aver parlatto con Aboldi e di avergli detto: “Una potrebbe andare anche bene, ma se fai salire in serie A sia il  Carpi che il Frosinone, nonostante  la mia capacità sarà impossibile vendere i diritti televisivi”.  

Leggi anche: Moviola in campo, Collina: “Non tutti ne sono soddisfatti”