Lega Pro 2014-2015, Risultati e Classifica Girone A (nona giornata)

Lega Pro

Tutto quasi pronto ormai per la nona giornata del girone A della Lega Pro unificata 2014/2015, ricco di sorprese e che vede grandi realtà soffrire a discapito di diverse rivelazioni, su tutte il Real Vicenza. Sfide molto interessanti quelle in programma per una ricca nona giornata e che vedrà la capolista Como in trasferta giocare il derby contro il Monza nell’anticipo del venerdì alle 20:45 (diretta su Rai Sport). Gara ostica per il Real Vicenza che domenica alle 16:00 ospiterà il Sudtirol mentre l’altra capolista Bassano se la vedrà contro il Lumezzane. Molto interessante la sfida tra il Pavia del capocannoniere Soncin e l’Arezzo di uno scatenato Eziolino Capuano.

Ecco il programma della nona giornata di Lega Pro Girone A:

ALESSANDRIA-PORDENONE  3-0
BASSANO V.-LUMEZZANE  3-1
FERALPISALO’-CREMONESE 1-0
MONZA-COMO   2-1
PAVIA-AREZZO  2-0
PRO PATRIA-GIANA ERMINIO  0-0
REAL VICENZA-SUDTIROL  1-1
RENATE-ALBINOLEFFE  1-0
TORRES-MANTOVA  1-1
U.VENEZIA-NOVARA  1-2

Questa la classifica del Girone A di Lega Pro:

Bassano (20); Como, Real Vicenza, Pavia (17); Monza (16); Arezzo (15); Alessandria (14); Renate, Torres (13); Sudtirol, Giana (11); Venezia, Novara, Feralpi Salò (10); Cremonese (9); Mantova, Lumezzane, Albinoleffe (6); Pro Patria, Pordenone (5).

 

LEGA PRO: TUTTE LE NOTIZIE

  • MONZA-COMO 2-1 (Vita, Foglio, Le Noci) – Gara entusiasmante quella del Brianteo tra due squadre che si candidano con decisione ad essere le protagoniste di un campionato quanto mai avvincente. Sfida che vede fin da subito il predominio degli uomini di casa che hanno annichilito i ragazzi di Pea. Dopo 25 minuti è il solito Alessio Vita, sempre più leader del Monza e seguito da club di serie B, con un bel tiro da fuori dopo essersi accentrato e lasciato però colpevolmente solo dalla difesa lariana. Troppo blanda la reazione del Como che così al 33° minuto del primo tempo subisce la seconda rete con Valerio Foglio che semina la difesa in velocità e batte Crispino. Secondo tempo che vede il Como provare a segnare, ma la partita si avvia sui binari biancorossi, a maggior ragione dopo l’espulsione di Marchi per i lariani che condanna la squadra di Colella a soffrire anche negli ultimi minuti, dove però arriva la rete di pregevole fattura di Le Noci, alla quarta rete stagionale. Monza che sale dunque a 16 e guarda alla vetta, mentre il Como mantiene il primo posto, ma Bassano e Real Vicenza, appaiate con i lariani a 17 punti, devono ancora giocare.
  • RENATE-ALBINOLEFFE 1-0 (Adobati) – Crisi nera per l’Albinoleffe di mister Pala che sprofonda sempre più al penultimo posto e inizia a guardarsi alle spalle dopo aver accarezzato ad inizio campionato il sogno play-off. Vola il Renate che sale posizioni e arriva a centro classifica in zona “tranquillità”. Gioca bene la squadra di Pala che però risulta spesso inconcludente in avanti e poco pericolosa, a differenza del Renate che capitalizza una delle poche occasioni della gara. Sfida comunque molto equilibrata allo stadio Città di Meda, e che Adobati decide grazie ad un siluro da 25 metri che manda in paradiso la formazione di mister Boldini. Tanto lavoro ancora in casa Albinoleffe, mentre il Renate prende tre punti fondamentali in chiave salvezza.
  • BASSANO-LUMEZZANE 3-1 (Mogos, Furlan, Nolé, Cortesi) – Vola sempre più il Bassano in vetta ad una classifica che vede i veneti dominare con ben tre lunghezze di vantaggio sulle inseguitrici. Molto bene la formazione di casa che pure inizia in sofferenza, tangibile anche dal gol di Mogos al 2° minuto di gioco. Purtroppo per il Lumezzane però arriva la doccia gelata al 23° minuto con l’espulsione di Pini che così mette in difficoltà Nicolato e i suoi ragazzi che così nel secondo tempo possono riaprire la gara: prima rete stagionale per Furlan che batte agevolmente Gazzoli. La partita però si è appena accesa, poiché inizia lo show del Bassano che prima va in vantaggio con Nolé all’83° minuto e al 90° ci pensa Cortesi a chiuderla con un gol da applausi. Entusiasmo alle stelle per il Bassano, Lumezzane che invece continua a deludere e deve iniziare a guardarsi alle spalle.
  • ALESSANDRIA-PORDENONE 3-0 (Cavalli, Marconi, Guazzo) – Risale la china e la classifica il quotato Alessandria che batte agevolmente un Pordenone sempre più ultimo e che non mostra segni di miglioramento neanche sotto la guida di Luciano Foschi. I neroverdi sembrano troppo spenti in avanti nonostante la buona prova complessiva, ma il cinismo dei ragazzi di D’Angelo ha la meglio. A fine primo tempo sblocca la gara Cavalli, per poi essere chiusa nella ripresa dalle belle reti di Marconi e Guazzo sul finire della sfida.
  • PAVIA-AREZZO 2-0 (Soncin, Cogliati) – Sfida d’alta classifica al Fortunati di Pavia dove la squadra di casa trova un importante risultato contro una diretta concorrente per la promozione. Spenta la squadra di Capuano che dopo pochi minuti perde già Panariello per espulsione e dunque si trova a dover vivere più della metà di gara in inferiorità. Alla fine però ha la meglio la squadra pavese grazie ad un rigore di Soncin all’11° e all’80° arriva il gol che chiude la gara con Cogliati pregevolmente assistito da Ferretti.
  • PRO PATRIA-GIANA ERMINIO 0-0 – Pari soporifero tra due squadre che smuovono di pochissimo la classifica del girone A nelle parti basse. Non molte emozioni, con una Pro Patria che si sveglia solo nella ripresa dopo l’espulsione di D’Errico, mentre per tutta la partita la squadra di Gorgonzola ha ben mantenuto salvo un leggero calo nella ripresa.
  • UNIONE VENEZIA-NOVARA 1-2 (Evacuo, Gonzalez, Raimondi) – Rocambolesco finale al Penzo di Venezia dove il Novara, dopo 300 giorni torna alla vittoria esterna. Una gara combattuta quella tra le due squadre, con il Venezia a caccia di una vittoria scaccia crisi: tante occasioni da una parte e dall’altra, ma alla fine sono i piemontesi a trovare la rete del vantaggio con Evacuo dopo 23 minuti. Si va al secondo tempo che prosegue sulla scia del primo, ma cambia tutto nel finale. Troppo nervosismo e così dopo il 2-0 di Gonzalez su assist perfetto di Evacuo, arriva il parapiglia finale con l’espulsione di Cernuto del Venezia e Faragò del Novara, con la partita che si chiude col rigore di Raimondi per i veneti. A fine gara contestazione dei tifosi a Dal Canto che è stato già esonerato (Serena al suo posto?)
  • TORRES-MANTOVA 1-1 (Balistreri, Scalise) – Succede tutto a inizio e fine gara. Dopo appena un minuto è Balistreri a portare in vantaggio la Torres e così si sveglia la squadra ospite che mostra una veemente reazione, in particolare con Caridi, il leader di un gruppo molto giovane ma che comunque non demorde mai, con la bella conclusione di Scalise allo scadere che regala un utile punto ai lombardi che così respirano.
  • REAL VICENZA-SUDTIROL 1-1 (Bruno, Fischnaller) – Bella partita quella disputata a Vicenza tra il Real e il Sudtirol, due squadre con nomi di cui sentiremo davvero molto parlare. Gara che vive di sussulti anche poco frequenti ma che comunque la rendono alquanto piacevole: vantaggio di Salvatore Bruno nel primo tempo per i veneti che si portano momentaneamente in vetta, salvo poi farsi agganciare da Fischnaller per i tirolesi con una bella conclusione che regala un punto d’oro ai ragazzi di Claudio Rastelli.