Leonardo alla Gazzetta dello Sport: "Mi piacerebbe lavorare con Thohir"

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Leonardo, ex dirigente del PSG ed ex allenatore dell’Inter, ha rilasciato alcune importantissime dichiarazioni, destinate ad essere commentate per lungo tempo. Il brasiliano, infatti, ha parlato di se stesso, dell’Inter ma anche del Milan.

In particolare ha commentato il progetto della squadra nerazzurra, complimentandosi con Moratti per aver scelto Mazzarri, l’uomo giusto, nel posto giusto, al momento giusto e sottolineando come ci sia il giusto mix tra giovani e calciatori esperti che sono “il cuore che batte dentro la squadra”, come Zanetti, Cambiasso, Milito e Samuel. Complimenti anche per lo “straordinario” Palacio.

Erick Thohir

Parlando del Milan, l’ex calciatore rossonero, ha detto che “manca la chiarezza degli obiettivi, che è sempre stata la caratteristica alla base del successo” della compagine di Berlusconi. Leonardo ha voluto sottolineare anche che non tornerebbe a lavorare con Berlusconi per incompatibilità caratteriali; invece, tornerebbe volentieri all’Inter di Thohir (ci sarà spazio per lui?) ma non a stagione in corso. Infine, Leo ha dichiarato che tra Guardiola e Mourinho preferisce l’attuale allenatore del Chelsea e tra Ronaldo e Messi sceglie il portoghese, che appare giocatore con maggiore personalità.

Leggi anche–> Thohir: “Costruiremo un grande settore giovanile”

Leggi anche–> Leonardo tra i candidati per il dopo-Branca

Leggi anche–> Branca rileva Leonardo al Psg?