Livorno-Juve nel segno di Chiellini: gli amaranto lo lanciarono nel calcio che conta

Giorgio Chiellini un cuore diviso a metà: nasce a Pisa ma cresce a Livorno, dove milita fra le giovanili ed esordisce anche in prima squadra. Voluto fortemente da Fabio Capello, la Juventus lo acquista ma il primo anno lo spedisce in prestito a Firenze per farlo crescere.

L’anno viola sarà molto soddisfacente per lui, tanto da attirare nuovamente le attenzioni della Vecchia Signora che intanto era stata travolta dal “ciclone” Calciopoli.

Diventa subito titolare in serie B e contribuisce alla risalita in A della squadra bianconera. Da lì rimarrà sempre uno dei pilastri principali, a volte ricoprendo anche il ruolo di capitano della squadra.

Chiellini-Cavani

Quella di Domenica sarà per lui una sfida particolare perchè tornerà nello stadio che l’ha visto crescere ed esordire nel calcio che conta ma lo farà con la maglia che ha distinto la sua vita.

Giorgio ha il cuore un pò bianconero e un pò amaranto, tra l’altro l’accento molto toscano non nega le sue origini. Come reagirà alla sfida contro il suo passato? Gli verranno in mente gli anni di quando era un fanciullo e indossava quella maglia amaranto che gli ha permesso di diventare uno dei difensori più forti al mondo?

Leggi anche –> Livorno-Juventus (24-11-2013): probabili formazioni ed ultime notizie
Leggi anche –> Livorno-Juve, Conte ha gli uomini contati: Vidal e Lichtsteiner rischiano di non farcela
Leggi anche –> Livorno-Juventus, quote scommesse: bianconeri favoriti ad 1,35