Lo stracchino fa dimagrire? La risposta dell’esperto

Lo stracchino è un formaggio molle a base di latte vaccino, che grazie al suo gusto e la sua morbidezza si abbina a diverse pietanze. Può essere infatti usato sia come secondo o come ingrediente per dare un tocco di vivacità a pasta, riso ed altri primi piatti. Ma la domanda che in tanti si pongono è la seguente: Lo stracchino fa dimagrire? Riportiamo la risposta degli esperti in nutrizione.

Lo stracchino fa dimagrire?

Dal punto di vista delle calorie lo stracchino ne contiene meno dei formaggi stagionati e se usato nelle giuste quantità può essere integrato in varie diete, anche se rispetto ad altri formaggi freschi invece è più calorico e quindi non proprio adatto per dimagrire.

Contiene una grossa quantità di grassi saturi, che se consumati in eccesso possono avere impatto su sovrappeso, pressione, colesterolo, malattie cardiovascolari e molti altri disturbi.

Le calorie per 100 grammi di prodotto sono all’incirca 300, mentre la ricotta ne contiene 170 e questo basta per capire che parliamo di un formaggio molto calorico tra quelli freschi.

Come mangiare stracchino per non ingrassare

Per non ingrassare mangiando stracchino, il nutrizionista consiglia di usare lo stracchino come sostituto di uova, carne e pesce, cioè di altri cibi ricchi di proteine, ma solo un paio di volte a settimane e mai superando una quantità di 100 grammi per porzione e scegliendone uno che contiene quantità di sale e grassi davvero minime.

Per controllare l’apporto di colesterolo che può essere problematico per la salute del cuore e dell’arterie, è bene abbinarlo sempre alle fibre, di cui sono ottime fonti le verdure, soprattutto crude, che contribuiscono ad abbassare i livelli di colesterolo “cattivo” (LDL) e favoriscono la sazietà.

Conclusioni

Lo stracchino è un formaggio fresco molto cremoso e dal gusto piacevole, ma non è certo adatto per dimagrire, anzi, può essere causa di un aumento di peso se mangiato in quantità eccessive e di continuo. Il suo consumo deve essere molto limitato, non più di 2 volte a settimane e come sostituto di altri cibi ricchi di proteine, soprattutto non va consumato oltre i 100 grammi per porzione, altrimenti potrebbe far scaturire diversi problemi anche gravi per la salute.