Luis Enrique miglior allenatore del 2015: Allegri terzo

Quando siamo ormai entrati ufficialmente nel nuovo anno solare, è tempo di stilare un bilancio del 2015 appena trascorso.

Come da pronostico, a dominare la categoria degli allenatori è stato Luis Enrique, capace di vincere ben cinque trofei in 12 mesi (Liga, Copa del Rej, Champions League, Supercoppa Spagnola, Mondiale per Club) e di guadagnarsi con merito il premio di “miglior allenatore dell’anno”, grazie ai suoi 185 punti (dati IFFHS). Alle spalle dell’ex tecnico della Roma, in questa speciale classifica, ci sono Pep Guardiola (86 punti), protagonista di una buona stagione con il Bayern Monaco, e Massimiliano Allegri (43 punti), bravo a gestire una situazione non facile, a conquistare il quarto Scudetto consecutivo e la decima Coppa Italia della storia bianconera, “rischiando” addirittura di alzare la Coppa dalle “grandi orecchie”.

La graduatoria viene poi completata da Unai Emery (Siviglia, 39 punti), vincitore delle ultime due Europa League, Marcelo Gallardo (River Plate, 33 punti), capace di portare a casa la Copa Libertadores, Carlo Ancelotti (Real Madrid, 19 punti), Diego Pablo Simeone (Atletico Madrid, 12 punti), Dieter Hecking (Wolfsburg, 6 punti), Laurent Blanc (Psg, 5 punti) e Miron Maskevic (Dnipro, 4 punti).

Leggi anche –> Scudetto alla Juve? Con Allegri si può

Leggi anche –> Juve agli ottavi di Champions: la vittoria di Allegri