Mangiare aglio fa bene? Ecco cosa dice la scienza

Mangiare aglio fa bene? E’ una domanda che molto spesso potremmo porci anche in base a ciò che viene condito con questo alimento. Secondo molti erboristi e naturopati si tratta di un vero e proprio alimento miracoloso che viene utilizzato come rimedio per tantissimi disturbi. L’aglio viene infatti, soprattutto, utilizzato per asma ed artrite ma si può prendere in considerazione anche come antibiotico ed antibatterico. Secondo la scienza infatti l’aglio può essere utilizzato proprio per questi fini.

DAL NOSTRO NETWORK

    No feed items found.


Ma non finisce qui. L’aglio può infatti essere utilizzato anche per tantissime altre problematiche come il raffreddore e per combattere la congestione nasale. Ma a cosa sono dovute tutte queste proprietà benefiche? L’aglio contiene delle sostanze solforose che vengono liberate dal bulbo quando viene tagliato o schiacciato. Ma attenzione, molte di queste sostanze (e quindi molti di questi benefici) vanno persi nel momento in cui l’aglio viene cotto.

La scienza sottolinea dunque che l’aglio fa bene ma è meglio crudo e non cotto. Esso viene addirittura lavorato per ottenere dei farmaci. In Germania, infatti, a base di aglio si trovano proprio delle medicine che riducono i livelli del colesterolo plasmatico. Una dose giornaliera di aglio equivale a circa due spicchi, ovvero 4 grammi.