Mangiare peperoncino in gravidanza fa male? Ecco cosa dice la medicina

Mangiare peperoncino in gravidanza fa male? Ecco qualche consiglio utile che anche il tuo ginecologo ti potrà confermare. Infatti, il peperoncino appartiene ai cibi piccanti e non digeribili in qualsiasi situazione. Devi solo fare un po’ di attenzione per il tuo bambino e non avrai problemi con questo prodotto naturale al 100%.

Mangiare peperoncino in gravidanza fa male? Ecco cosa succede

Rispetto a gran parte dei cibi piccanti che sono sconsigliati in gravidanza, il peperoncino non rientra in questa categoria. Mangiare peperoncino in gravidanza fa male solo se esageri. Per il resto, puoi considerarla verdura. In generale, il cibo piccante può far male al feto, ma non sembra essere il caso del peperoncino. Studi scientifici hanno dimostrato che devi stare solo attenta alla capsaicina.

Si tratta di una molecola presente nel peperoncino che dà l’effetto piccante. Questa molecola, se presa in grande quantità, non viene più smaltita dalla mamma e quindi crea problemi al feto. In generale, anche in donne non incinte, la capsaicina, presa in dosi massicce, può provocare:

  • colon irritabile;
  • stipsi;
  • problemi intestinali;
  • ragadi anali;
  • diarrea.

Avere questi sintomi in gravidanza non è proprio il massimo. Ci sono però anche leggende metropolitane non confermate dalla scienza. Per esempio, c’è chi dice che il peperoncino faciliti il travaglio, perché avrebbe un’azione sull’utero. Non è così. La scienza ha rivelato che la capsaicina ha un effetto calmante (in tutti, non solo in chi aspetta un bambino) per via delle endorfine. Anche la provitamina A presente nel peperoncino è un aiuto importante, ma non si deve esagerare. Come organizzarsi?

Mangiare peperoncino in gravidanza fa male al bambino se superi i 3 mg di retinolo A (presente nella provitamina A del peperoncino) al giorno. Detto questo, basta farsi due conti. Se si supera questa soglia, il bambino rischia delle malformazioni. La buona notizia è che, per arrivarci, dovresti mangiare 3 chili e mezzo di peperoncino al giorno, cosa certamente non comune!

Quindi, un piatto con il peperoncino una volta alla settimana non darà nessun problema, né a te né al tuo bambino. Naturalmente, fa sempre bene rivolgersi al medico per ottenere maggiori consigli e informazioni in merito. Il peperoncino non ti farà partorire in anticipo sui tempi, né creerà problemi per il benessere del tuo bambino.

Ovviamente, devi stare attenta a quanto ne mangi, perché avere problemi di diarrea quando si aspetta un bambino non è proprio facile come situazione e dovrai seguire una dieta particolare per ridurre le dosi. 

Meglio evitare fino ai 10 anni

Ricorda che fino ai 10 anni è sconsigliato che i piccoli mangino tanto peperoncino, figuriamoci se parliamo del feto.

Il peperoncino è ottimo per la salute. Migliora il sistema circolatorio, migliora la digestione e favorisce l’attività dell’organismo in genere. Esagerare è sempre un problema. Quindi, riduci le dosi quando sei in gravidanza ed evita di far mangiare peperoncino al tuo bambino quando è molto piccolo.

Così, non avrete problemi durante la gravidanza, l’allattamento e i primi anni del piccolo. Il peperoncino non è un nemico, ma le dosi consigliate sono basse, quindi tienilo in conto e segui una dieta prescritta dal medico in gravidanza.