Mangiare troppi spinaci: ecco cosa succede al corpo

Gli spinaci sono tra le verdure più salutari e più consumate sulle nostre tavole e questo grazie non solo al loro sapore e alla versatilità che li rende adattabili a tante ricette, ma soprattutto perchè sono ricchi di proprietà benefiche per il nostro corpo.

Se mangiati ogni giorno e in quantità anche elevate hanno un forte impatto sul nostro organismo ed in questo articolo vi spiegheremo cosa succede a mangiare troppi spinaci.

Le proprietà degli spinaci

Secondo alcuni studi effettuati su queste verdure è risultato che mangiare spinaci ogni giorno ed anche in porzioni abbondanti ritarda l’invecchiamento del cervello. In pratica, cibandosi quotidianamente di spinaci, si sposta di 11 anni l’inizio del declino celebrale, con le tipiche malattie della demenza senile o dell’Alzheimer. In altri termini, gli spinaci fanno bene al cervello.

Va anche ricordato però che ogni persona ha una reazione diversa all’alimentazione, quindi bisogna sempre chiedere un parere ed ascoltare un medico, il quale potrà indicare con certezza quando e quanti spinaci si possono mangiare per usufruire dei loro benefici.

Le sostanze nutritive degli spinaci

Il motivo per il quale gli spinaci fanno bene al cervello è perchè sono ricchi di vitamina K, acido folico e betacarotene.

Queste verdure hanno anche un forte potere antiossidante e per questo combattono i radicali liberi che attaccano il nostro organismo provocando l’invecchiamento precoce delle cellule.

Inoltre gli spinaci sono particolarmente indicati per prevenire eventuali malattie cardiovascolari.

Le controindicazioni degli spinaci

Pur se buoni e nutrienti, mangiare in abuso spinaci potrebbe portare però alcune complicazioni. Ecco perché bisogna assolutamente chiedere un parere medico prima di adottare una dieta con consumo costante e ripetuto di spinaci. Gli spinaci contengono gli ossalati, dei composti che, insieme al calcio, possono favorire la formazione di calcoli renali.

Chi soffre di calcoli o ha problemi ai reni quindi, non dovrebbe eccedere nel consumo di spinaci. Ecco perché occorre prestare attenzione e conoscere bene il proprio corpo. Come abbiamo detto, la bontà degli spinaci sul nostro cervello è assodata e deriva anche dalla vitamina K presente nella verdura. Ma questa vitamina ha delle controindicazioni su soggetti che prendono degli anticoagulanti. Chi prende anticoagulanti dovrebbe assumere quantitativi di vitamina K limitati o del tutto azzerati. Per questo su questi individui il consumo di spinaci potrebbe essere nocivo.