Mangiare wurstel scaduti: ecco cosa succede al nostro corpo

Mangiare wurstel scaduti è un problema per la salute, ma dipende molto anche dalla conservazione e dal fattore tempo. In generale, più tempo passa, più questo prodotto va a male, quindi si deve buttare per evitare problemi di salute. Ecco quanto puoi mangiare wurstel scaduti e quando faresti meglio a buttarli.

Se sono ancora sigillati, non succede niente

Mangiare wurstel scaduti si può fare a due condizioni:

  • Se sono passati meno di 10 giorni dalla scadenza;
  • Se la confezione è integra e sottovuoto.

Se non ci sono entrambe le condizioni, buttali. In più, se li apri e senti cattivo odore, buttali lo stesso. Il problema del mangiare wurstel scaduti è che è un terno al lotto. Può non succederti niente e va bene. Può anche succedere che ti prendi un’infezione tossica e ci metti 10 giorni di ospedale per riprenderti… E a quel punto, non ne vale la pena.

Altra situazione è mangiare i wurstel che non sono ancora in scadenza e li hai aperti il giorno prima. Se li conservi bene, puoi mangiarli senza problemi. Allora, in quanto prodotto essiccato, i wurstel aperti si devono mangiare entro 2 giorni dall’apertura. Infatti, quando apri il prodotto, la scadenza perde completamente di valore. Questo rende tutto più semplice quando devi gestire l’approvvigionamento del frigorifero.

Per evitare di mangiare wurstel scaduti, puoi agire di anticipo mangiando l’intera confezione a cena. Così, non avrai nulla da conservare. Se, invece, hai bisogno di farlo, richiudi la confezione e cerca di mangiarli entro i 2 giorni successivi.

Mangiare wurstel scaduti: quando evitare

Se la scadenza ha superato i 10 giorni o la confezione è già aperta, ma non c’è cattivo odore, sappi che è un inganno. Infatti, passati alcuni giorni, i batteri che causano le infezioni sono invisibili, ma si sono già sviluppati. Quindi, conviene evitare un’intossicazione. I sintomi classici sono:

  • crampi allo stomaco;
  • vomito;
  • pelle olivastra o giallastra;
  • difficoltà di movimento.

Al primo di questi sintomi, se hai mangiato wurstel scaduti, devi correre dal medico o chiamare un’ambulanza. Se hai qualsiasi dubbio sui wurstel che vuoi mangiare, butta tutto e ordina una pizza se proprio devi. Infatti, l’intossicazione non passa in un giorno. Servono cure adeguate in ospedale per evitare che i batteri vadano a creare problemi in altre parti del corpo, causando infezioni via via sempre più gravi.

In Italia, non si muore per un wurstel scaduto, perché ci sono medici e cure adeguate. Prevenire è sempre meglio che curare, no? Quindi, prima di cuocere i tuoi wurstel, assicurati sempre che non siano scaduti. Se lo sono da poco, verifica se la confezione è aperta. Se è chiusa, aprila e annusa. Se è aperta, butta tutto.

Per sicurezza, se hai aperto i wurstel il giorno prima, cuocili se li mangi entro le 24 ore successive. Ucciderai la gran parte dei batteri che possono causare un’infezione. Acquista confezioni che non abbiano più di 3 pezzi, così eviterai gli sprechi in cucina, soprattutto se abiti da solo. Usa sempre i prodotti di questo tipo cotti e mai crudi. Si possono gustare anche crudi, ma è meglio prevenire eventuali infezioni.