Mercato Inter, Rolando sarà riscattato dal Porto

È stato l’autore della rete che Domenica scorsa ha permesso all’Inter di pareggiare il match contro il Cagliari. In stagione ha già segnato tre goal, ma soprattutto partita dopo partita si è guadagnato la fiducia di Mazzarri e dei suoi compagni e la stima dei tifosi. Ha spodestato Ranocchia dal suo posto da titolare e sta dimostrando con le sue prestazioni di meritare la permanenza in maglia nerazzurra.

Stiamo parlando di Rolando Jorge Pires da Fonseca, noto semplicemente come Rolando, giunto all’Inter in prestito dal Porto per una cifra che si aggira intorno ai 400.000 euro. Adesso, la Società di Corso Vittorio Emanuele vuole riscattarlo e con il club lusitano l’accordo è vicino. Il costo del suo cartellino è di circa 5 milioni, ma le due parti potrebbero accordarsi per qualcosina in meno. La volontà del club di Thohir di trattenere il calciatore capoverdiano naturalizzato portoghese è forte e, sicuramente, le due società si metteranno d’accordo.

È solo questione di tempo. Diverse volte il centrale nerazzurro aveva manifestato di trovarsi molto bene a Milano e con i suoi compagni e, nell’ultima intervista di qualche giorno fa, aveva detto che a fine anno avrebbe discusso del suo futuro con l’Inter e il Porto. Potrebbe non servire aspettare la fine della stagione, dato che Thohir e i suoi uomini di mercato sono intenzionati a chiudere l’affare con il club di Pinto Da Costa quanto prima. Potrebbe essere  solo questione di giorni.

La conferma di Rolando sarebbe il giusto riconoscimento a quanto fatto vedere in questa travagliata stagione dal portoghese che, da quando ha cominciato a giocare titolare ha mostrato grandi doti e qualità. Il suo senso della posizione e la sua abilità nel gioco aereo l’hanno reso un giocatore indispensabile per i nerazzurri.

Il giocatore compirà 29 anni ad Agosto e formerà, insieme a Nemanja Vidić e Juan Jesus, il trio difensivo nerazzurro del prossimo anno. Si tratta di tre giocatori molto forti fisicamente, che hanno stili di gioco differenti e che per questo possono giocare tranquillamente insieme e dare alla retroguardia nerazzurra una certa sicurezza.

Leggi anche–> Inter-Cagliari 1-1, Rolando: “Abbiamo fatto il massimo, siamo stati solo sfortunati”