Metodi per abbassare la febbre: ecco cosa fare per risolvere velocemente

La febbre è un aumento della temperatura corporea al di sopra dei valori normali, il nostro organismo ha un sistema di termoregolazione che la mantiene costante tra i 36 e i 37 gradi centigradi, ma ogni soggetto ha delle oscillazioni durante l’arco della giornata.

Inoltre, la temperatura può avere oscillazioni anche in base alla sede corporea in cui viene misurata, la più precisa è quella rettale, mentre la sottolinguale lo è molto di più di quella ascellare, che solitamente rilascia una temperatura più bassa rispetto a quella reale del corpo.

La febbre non è una malattia ma un sintomo o una spia che si attiva come “sistema di difesa” da parte dell’organismo in risposta a un agente patogeno, ma essendo un meccanismo di difesa non sempre va abbassata e non repentinamente, quindi quando non è molto alta sarebbe opportuno evitare di assumere farmaci per abbassarla, ma limitarsi al riposo e a una giusta idratazione.

Se si abbassa la febbre quando non è molto alta, si rallenta la guarigione perché si bloccano i meccanismi di difesa dell’organismo, mentre quando la temperatura è molto alta, soprattutto in soggetti a rischi come bambini, anziani e persone affette da malattie croniche, bisogna ricorrere a farmaci antipiretici.

Come abbassare la febbre, alcuni consigli

Come accennato, l’utilizzo degli antipiretici va riservato solo in alcuni casi particolari, tra quelli più utilizzati c’è il paracetamolo, seguito dall’acido acetilsalicilico e l’ibuprofene, ma ci sono alcuni metodi che possono essere efficaci per regolarizzare la temperatura.

Per abbassare la febbre è necessario:

  • Evitare la disidratazione bevendo molta acqua
  • Riposare a letto
  • Non coprirsi troppo, usare abiti leggeri e traspiranti
  • Fare un bagno tiepido
  • Spugnature con acqua tiepida su piedi, polsi e tempie
  • Fare impacchi di acqua e aceto sui piedi, si possono immergere dei calzini nella miscela di acqua e aceto e poi indossarli per dieci minuti
  • Mettere sulla fronte delle patate crude tagliate a fette sottili, l’applicazione deve durare un quarto d’ora

Inoltre, quando si ha la febbre bisogna fare molta attenzione al tipo di alimentazione, si consigliano alimenti leggeri e digeribili, per cui è meglio preferire zuppe, brodi, frutta e verdura per avere un maggiore apporto di sali minerali e vitamine che si perdono a causa dell’eccessiva sudorazione. Bisognerebbe evitare di consumare grassi saturi di origine animale, bevande zuccherate, alcol e caffeina.

Rimedi naturali per abbassare la febbre

Tra i metodi naturali per abbassare la febbre, le spezie sono molto utili grazie alle loro proprietà antipiretiche. È possibile preparare un infuso con mezzo cucchiaio di cannella in polvere, due semi di cardamomo e due di zenzero in polvere, il preparato va bevuto caldo.

Una delle tisane più utilizzate contro la febbre è quella a base di succo di limone, miele e zenzero, ideale per aiutare a contrastare anche altri sintomi influenzali come mal di gola, tosse e raffreddore.

Se la febbre dura più di tre giorni è bene chiamare il proprio medico di famiglia per sottoporsi a una visita e farsi dare la giusta terapia.