Michael Essien: "Ebola? Uno scherzo di cattivo gusto"

Michael Essien torna a parlare, nel corso dell’intervista rilasciata a Milan Channel, della notizia, divulgata nei giorni scorsi e rivelatasi una bufala, che affermava che il giocatore ghanese avesse contratto l’Ebola. Già domenica sera l’Ac Milan si era apprestato a smentire quanto riportato dai media africani tramite comunicato ufficiale e lo stesso centrocampista aveva dichiarato di essere in perfetto stato di salute.

A distanza di qualche giorno Essien torna a parlare del “caso Ebola” e delle illazioni fatte dai media sul suo conto: “Mi trovavo a casa in totale relax quando ad un certo punto mi chiama al telefono il dottore Tavana, chiedendomi se avessi l’Ebola. Io gli rispondo di no, ovviamente, e lui mi informa di questa notizia che stava circolando. Dopo ho fatto un paio di telefonate e in un primo momento è scappato qualche sorriso, ma poi mi sono reso conto che c’è poco da scherzare su determinate cose”. La notizia ha inizialmente fatto preoccupare tutti, in primis la mamma del centrocampista che ha subito telefonato al figlio per sapere come stesse: “Lunedì mattina mi ha chiamato anche mia mamma, era molto preoccupata, l’ho dovuta tranquillizzare e dirgli che stavo benissimo e che non avevo l’Ebola“.

Infine Essien ha concluso parlando della Coppa d’Africa, in programma a gennaio, e del rischio Ebola cui i partecipanti a tale competizione verranno esposti: “Per la Coppa d’Africa sono sicuro che la CAF prenderà la decisione migliore. E’ una competizione che mobilità un numero consistente di persone e non si può correre il rischio di far scoppiare un enorme epidemia, quindi ripeto: sono convinto che la CAF prenderà la decisione più opportuna”.

Leggi anche: