Michele Criscitiello: "Date il Milan ai milanisti! Ecco dove ha sbagliato Galliani"

Un pareggio dal sapore quasi di sconfitta quello del Milan a Roma contro una Lazio certo non messa meglio della squadra rossonera: partita poco vivace e due squadre bloccate anche a causa delle contestazioni delle rispettive tifoserie che avevano altre ambizioni ad inizio stagione.

Un Milan atteso ora dalla durissima trasferta contro la Fiorentina e con un Seedorf che si gioca tutto in terra toscana: in caso di sconfitta il suo futuro potrebbe non essere più come allenatore del Milan, con Tassotti pronto a guidare la squadra fino a giugno. A parlare del momento critico della formazione rossonera è il noto giornalista avellinese, Michele Criscitiello, molto duro nei confronti delle scelte di Seedorf e della dirigenza, nel suo editoriale a Tuttomercatoweb.com.

“Seedorf ha calato le orecchie dopo il faccia a faccia con la dirigenza, in cui erano presenti due calciatori di cui uno sicuro è Abbiati, l’altro uno tra Montolivo e Bonera. La cosa certa è che l’olandese non convince più come prima il presidente del Milan Berlusconi e dunque il suo futuro resta sempre appeso ad un filo, anche perché i risultati non gli stanno dando per nulla ragione, avendo fatto anche peggio del suo predecessore Allegri. Tanti errori di gestione dell’olandese – spiega il giornalista irpino – che lo hanno portato a pensare di poter essere un manager dai pieni poteri. Aggiungici che la dirigenza ha praticamente sbagliato il mercato da due anni, regalando calciatori che ora potevano essere utili come Aubameyang, Papastathopoulos, oltre all’aver sbagliato acquisti come Matri, Constant e la cessione di Pato. Il Milan va dato ai milanisti poiché proprio come al Real c’è Zidane, alla Juve Nedved, al Milan manca una figura di questo livello. La dirigenza lascia fare la propria vita a gente come Baresi, Nesta, Gattuso, Albertini che pure servirebbero”.

Leggi anche: