Mihajlovic ospite da Sarri: gli allenatori parlano di Milan?

Tra una chiacchierata e l’altra di certo qualche battuta sul Milan sarà sfuggita anche se Sinisa Mihajlovic e Maurizio Sarri preferiscono evitare il discorso davanti ai microfoni Sky. Il blucerchiato, approfittando della “pausa nazionale”, è stato ospite da Maurizio Sarri. I due allenatori, entrambi nel mirino rossonero, hanno parlato di calcio, un confronto chiesto dal tecnico della Sampdoria e al quale Sarri non si è sottratto: “Quando è venuto a Genova in trasferta gli ho chiesto questa gentilezza – dice Mihajlovic ai microfoni di Sky – e lui ha accettato. Volevo uno scambio di opinioni, un confronto con lui perché è un allenatore che stimo e che sta facendo molto bene con una delle squadre che pratica il miglior calcio in Italia”.

Incontro professionale, durato un paio di giorni, con un tema principale: il calcio e il lavoro da allenatore: “Abbiamo parlato di tante cose, di calcio, del nostro lavoro… siamo persone curiose e con tanta passione. Ieri a cena abbiamo parlato per due ore, ma per noi sono passate come se fossero stati cinque minuti”, ha detto Mihajlovic, Sarri ha aggiunto: “Parlare con Sinisa di calcio è sempre un piacere e un onore”.

Mihajlovic ha quindi tessuto le lodi del collega, sottolineando i brillanti risultati ottenuti dall’Empoli in questo campionato: “L’Empoli non è un miracolo, ma una realtà. È merito di Sarri e dei suoi giocatori che riescono a mettere in difficoltà, si in casa che fuori, squadre forti sulla carta. Non è una cosa da tutti”. I due tecnici sorvolano poi la domanda relativa all’interessamento del Milan nei loro confronti: “Fermati qui, è meglio”, rispondono al cronista, e glissano parlando della cena: “Io ho mangiato di più, una bella bistecca”, dice Mihajlovic; “Si e non è mancata una bella bottiglia di vino” sottolinea Sarri.

Leggi anche: