Milan 2014/2015, nuova qualità per il centrocampo rossonero

Il Milan lavora per quella che sarà una gara crocevia del finale di campionato, ossia la sfida contro il Parma di domenica prossima a San Siro: la formazione rossonera, fresca di cocente eliminazione contro l’Atletico Madrid, vuole centrare almeno la qualificazione in Europa League, competizione in cui i rossoneri non hanno mai raggiunto il traguardo finale.

Ma le attenzioni di dirigenza e staff tecnico non sono rivolte solo al campo: già si lavora per il prossimo anno, con l’acquisto di Alex ad un passo ormai, la squadra milanista potrebbe essere arricchita di qualità soprattutto a centrocampo. Ormai è Montolivo l’unico in grado di dare qualità al centro, oltre a Cristante che però non ha avuto grosse chance nell’ultimo periodo: da anni la filosofia di gioco del Milan è stata quella che prevedeva un centrocampo aggressivo con i vari Van Bommel, Nocerino, De Jong, Essien e via cantando, che hanno portato all’addio di Pirlo.

Ora però, anche per quei tifosi che chiedono anche di vedere la squadra giocar bene, la qualità potrebbe aumentare: l’obbiettivo è Fernando del Porto, ma Galliani è già al lavoro per cercare interpreti ideali per la squadra che, a meno di clamorosi ripensamenti, sarà ancora guidata da Seedorf. Il Milan potrebbe così tornare a far vedere un gioco spettacolare e che soprattutto possa essere anche l’arma in più e non sempre il tallone d’Achille come in questo campionato.

Leggi anche: