Milan-Atletico Madrid: spagnoli in forma, 3-0 al Real Valladolid

Avviso ai naviganti: chi credeva che l’Atletico Madrid, dopo tre sconfitte consecutive, tra campionato e coppa, fosse alle corde, dovrà ricredersi. Archiviata la pratica Valladolid con un netto 3 a 0, l’Atletico scaccia la paura di “essere grande” e si prepara a fare la voce grossa anche in Champions, dove mercoledì affronterà il Milan. Il morale è alto, la classifica sorride e il match contro il Valladolid è sembrato, per come si è sviluppato, pura formalità, una partita che forse non ha richiesto le risorse proprie delle classiche partite di campionato.

E che potrebbe dare un vantaggio alla squadra madrilena in ottica europea, laddove il Milan ha dovuto faticare non poco per liquidare il Bologna, disperdendo quindi maggiori energie. A segno per l’Atletico, Raul Garcia e Diego Costa nei primi cinque minuti, il match si è chiuso poi a metà del secondo tempo grazie alla rete di Godin. L’Atletico è quindi primo in classifica, parimerito col Barça che ha schiantato il Rayo Vallecano 6 a 0 e in attesa del risultato della partita del Real contro il Getafe, che si disputerà domenica 16 febbraio alle ore 17:00.

Il Milan è reduce dalla vittoria scacciapensieri contro il Bologna, ma l’Atletico arriva comunque come primo della classe della Liga, con un Diego Costa formato Champions che ha silurato Diego Marino, portiere del Valladolid, con un delizioso pallonetto, mettendo così a segno la rete stagionale numero 21. Poco prima di lui è Raul Garcia ad andare a segno con un rasoterra su schema da calcio piazzato. Un simile stato di forma caratterizza Godin, difensore goleador e terzo marcatore della giornata, che ha fornito una prestazione di altissimo livello e ha sfiorato addirittura la doppietta personale. Il Valladolid non ha mai impensierito davvero Courtois, e la partita è stata decisamente a senso unico.

I Colchoneros sembrano tornati la corazzata che, prima dopo tanti anni, era riuscita a impensierire le due superpotenze del calcio iberico e a prenotare un ruolo da protagonista nella Liga 2013/2014. Il Milan di Clarence Seedorf, rinfrancato dai tre punti appena conquistati e dal DNA europeo che ha sempre contraddistinto questi colori, riuscirà a tenergli testa?

Leggi anche -> Torneo di Viareggio: il Milan in finale, affronterà la favorita

Leggi anche -> Milan, in vista dell’Atletico ecco quali saranno le certezze