Milan-Barcellona, l'ex Albertini: "Stavolta non dovremo colpire palo…"

Milan-Barcellona: una sfida che si ripete e che rappresenta una delle gare più importanti ed entusiasmanti nell’ambito europeo. Match che acquisisce un sapore particolare per Demetrio Albertini che, nel suo trascorso da calciatore, ha indossato le casacche di entrambi i club: con il Milan dal 1988 al 2002, fatta eccezione per la stagione 1990/91 quando ha indossato la maglia del Padova, vinse tutto sia a livello nazionale sia a livello internazionale; con il Barcellona, invece, trascorse solo pochi mesi, ugualmente importanti, che ricorda così: “Era  il 2005, l’inizio della cavalcata. Da cinque anni il Barça non vinceva la Liga: Rijkaard aveva bisogno di uno nel mio ruolo, c’erano stati infortuni e mi conosceva. Non giocai tanto, ma entrai profondamente nell’universo catalano”.

Milan Barcellona 1-0

Un Milan e un Barcellona diversi rispetto alle squadre che si affronteranno questa sera a San Siro: “Oggi vivono momenti delicati: ricominciare a vincere con una tifoseria abituata ai trionfi, il Milan; continuare a vincere cambiando uomini, il Barcellona”. Protagonisti della serata saranno Messi, titolare nel Barça, e Balotelli che, partendo dalla panchina, potrebbe dare il suo contributo nella seconda parte della partita.  Del primo Demetrio Albertini sottolinea la “straordinaria normalità con cui vive da numero uno. Tutti i veri numeri uno fanno così: Van Basten, Maldini, Baresi…” , a SuperMario, invece, dà un consiglio: “È quello che deve imparare Mario: il talento non dà diritti, ma doveri. ‘Vivere e lasciar vivere’ non è la ricetta migliore. Puy vive per la squadra, Mario vive per se. Vorrei comprendesse la sua fortuna: scrivere il suo futuro da solo. Avere accanto Kakà, un numero uno normale, gli farà bene”.

Quindi la sua analisi sulla partita di stasera. Non ha dubbi sulla favorita, il Barcellona, ma tifa Milan e spera nella vittoria dei rossoneri: ” Il Barcellona attaccherà, ma lascerà campo. Mi aspetto 4-5 occasioni per loro e 1-2 per il Milan. Stavolta però non dovremo colpire palo…”  

Leggi anche-> Milan-Barcellona: probabili formazioni e diretta TV

Leggi anche-> Milan-Barcellona, Allegri: “Obiettivo? Ripetere il match dello scorso anno”

Leggi anche-> Milan-Barcellona: l’indimenticabile sfida di San Siro (Video)