Milan-Bologna 2014, Seedorf: "Poca condizione, non critico Allegri"

Tempo di conferenza stampa pre-partita in casa Milan con Clarence Seedorf che si è soffermato prima della gara contro il Bologna a parlare con i giornalisti. Tanti chiaramente i motivi di interesse per una sfida che si prospetta davvero molto emozionante, e tra due squadre vogliose di portare a casa il risultato: Milan che arriva dalla brutta sconfitta di Napoli, seppur giunta contro un avversario che in casa è un rullo, mentre i felsinei sono andati a vincere a Torino contro i granata di Ventura.

Il mister olandese ha iniziato la conferenza parlando della sconfitta di Napoli: “Abbiamo giocato male, e devo anche dire che c’è poco da recriminare dato che avevamo qualche assenza importante e giocavamo contro un avversario che, anche contro la Roma, ha dimostrato di saper imporre il proprio gioco. Dialogo con i calciatori? Ritengo sia una cosa importantissima, anche perché aiuta chiaramente a far rendere al massimo i nostri talenti e l’esempio è Taarabt che rispetto a quando è arrivato è cresciuto tanto”. Parole dunque importanti e di fiducia, a cui però fanno seguito nel corso della conferenza delle osservazioni circa la forma fisica non ottimale dei rossoneri: “Sì, purtroppo fisicamente non siamo al top, dobbiamo migliorare e non voglio fare alcun tipo di critica all’operato di Allegri, tutto dipenderà da noi di qui a fine stagione e dobbiamo preparare gara dopo gara al 100%”.

Inoltre l’allenatore rossonero non si è potuto non soffermare anche su quelle che sono state le lacrime di Balotelli, finite su ogni tv italiana e non solo: “Anche Mario è un uomo, arrivava da una settimana difficile e non ha giocato la sua miglior partita a Napoli, anche se tutti noi, tifosi, staff e dirigenza, ci aspettiamo la sua esplosione che lo consacri a campione che, al momento, ancora non è”. Inoltre in vista della gara contro il Bologna anche alcune indicazioni sulle sue possibili scelte: “Il Bologna è una squadra tosta, arriva da una bella vittoria fuori casa e vogliono continuità, ma noi non saremo da meno. Dovremmo recuperare Honda, a cui è passata l’influenza, e dunque Abate tornerà a fare il terzino, forse al posto di De Sciglio, mentre sulla trequarti Kakà è recuperato completamente e dunque potete capire facilmente su chi potrei optare, mentre in mezzo al campo Montolivo non sarà in panchina come a Napoli”.

In chiusura anche una risposta su quella che è la possibilità di schierare insieme Pazzini e Balotelli: “Al momento sono i due attaccanti centrali che ho ed usarli insieme potrebbe diventare controproducente andando a togliere una riserva in caso di bisogno. Comunque sia ci penso, e non poco, a questa soluzione che ci offrirebbe grande profondità, ma allo stesso tempo potrebbe anche farci correre il rischio di bilanciarci”.

Leggi anche -> Milan-Bologna: tutte le ultime notizie sulla gara

Leggi anche -> Milan-Bologna: precedenti della sfida di San Siro

Leggi anche -> CLAMOROSO Niang: ancora un rigore fallito e il Montpellier… (VIDEO)