Milan-Bologna, Mihajlovic in Conferenza Stampa: "Dovremo fare attenzione"

Nella consueta conferenza stampa alla vigilia di un match di campionato, in questo caso Milan-Bologna, Sinisa Mihajlovic ha parlato dell’incontro di San Siro, di Honda, Zidane ed ha introdotto con un augurio a tifosi e giornalisti: “Buon anno a tutti, che questo nuovo anno riserve gioie a noi e ai tifosi, e che voi giornalisti possiate scrivere con più ottimismo”.

Il Bologna è una squadra in forma, dovremo fare molta attenzione sulle palle inattive. C’è Destro e speriamo non accada la classica regola dell’ex. Non dobbiamo ad ogni modo sottovalutarli, dobbiamo fare una grande fase difensiva. Possiamo vincere con tutti, solo se non ci sentiamo superiori a nessuno”. Su quanto sia importante fare risultati a gennaio: “Le tre partite che andremo ad affrontare adesso sono fondamentali, se non le facciamo bene diventa una tragedia”.

Honda? Non ho letto le sue dichiarazioni. Qua non parla, là parla sempre. Bisogna parlare con lui perché sono interviste delicate anche con la traduzione. Se riuscite a farvi capire, chiamate Honda. Zidane al Real? E’ stato uno dei calciatori più importanti degli ultimi decenni. Però fare l’allenatore è un’altra cosa. Sono comunque dispiaciuto per Benitez. Il mio futuro? C’è un proverbio che dice che un leone non perde il sonno per un’opinione di una pecora, ma se la mangia”.

Sulla possibilità che Boateng giochi dal primo minuto domani: “Non credo che scenderà titolare. Abbiamo tutti a disposizione a parte Romagnoli, Balotelli e Menez. Se dovrà essercene bisogno, vedremo. Un regalo da Berlusconi? Me l’ha già fatto facendomi allenare il Milan“.

TUTTE LE NOTIZIE SU MILAN-BOLOGNA

Leggi anche: