Milan-Cesena 2-0, Inzaghi: "Adesso serve continuità"

A San Siro il Milan esce vincitore. Battuto il Cesena per 2-0, la squadra rossonera e Inzaghi riassaporano in gusto della vittoria, tuttavia il tecnico piacentino, intervistato al termine della partita da Sky, preferisce non festeggiare troppo e pensare alle partite che verranno e nelle quali il Milan dovrà dimostrare di avere quella continuità che manca da decisamente troppo tempo: “Non abbiamo ancora fatto nulla, ci serve la continuità. Questa vittoria ci dà fiducia, ma dobbiamo vincere altre 2-3 partite consecutive per tornare in carreggiata e con questa voglia e con il recupero dei giocatori possiamo farcela”.

Oggi mister Inzaghi ha provato un nuovo modulo, abbandonando il 4-3-3 e il 4-4-2 utilizzati nel corso dell’attuale stagione: “Inizialmente e fino al primo gennaio giocavamo con tre centrocampisti, poi l’infortunio di Montolivo e quello di De Jong ci hanno ‘obbligato’ a cercare altre soluzioni. Oggi abbiamo un po’ di certezze in più e queste sono d’aiuto alla squadra”.

A sbloccare il risultato ci ha pensato Giacomo Bonaventura, una pedina preziosa dello scacchiere di Inzaghi: “Ogni allenatore vorrebbe un giocatore come lui. Ha disputato una buona gara nel ruolo di trequartista, quando ho visto che stavamo soffrendo un po’ l’ho messo quarto a sinistra”. Non poteva mancare una considerazione su Pazzini, altro marcatore di Milan-Cesena 2-0: “Con Giampaolo ho un rapporto schietto e ha gennaio, quando abbiamo preso Destro, sono stato chiaro con lui. Sa che ha tutta la mia stima, si allena bene e oggi è stato davvero bravo”.

Leggi anche: