Milan-Cesena, Bonaventura: "Dobbiamo dare di più"

“Si può dare di più” cantavano nel Sanremo del 1987 Tozzi, Ruggeri e Morandi e lo stesso ritornello lo ripete Giacomo Bonaventura ai microfoni di Milan Channel durante il pomeriggio trascorso in Casa Milan per il Carnevale 2015. L’ex Atalanta, così come tutti i rossoneri, sono consapevoli che continuando su questa strada si giungerebbe negli “inferi” della Serie A e che per impedire ciò già in Milan-Cesena bisognerà tirare fuori gli artigli e dare di più: “Il Cesena è una squadra in forma, ma noi dobbiamo pensare a fare la mostra partita. Mister Inzaghi ci ha spronato a dare di più”.

Bisognerà dare di più anche e soprattutto per i tifosi che, nonostante tutto, sono sempre stati vicini alla squadra e proprio per questo in settimana Inzaghi e i suoi uomini hanno studiato diverse soluzioni: “È normale che i tifosi siano delusi. Noi stiamo cercando la soluzione migliore. Io ho giocato a centrocampo e fatto la mezz’ala e mi sono trovato bene, ma – prosegue Bonaventuraabbiamo provato delle soluzioni, anche se non c’è nulla di definitivo. Stiamo lavorando bene in queste settimane e magari i risultati si inizieranno a vedere adesso”.

La svolta è necessaria per scalare una classifica che vede il Milan perdere sempre più quota nella zona Europa: “Vedere il Milan in questa posizione di classifica è triste, ma queste annate possono capitare. Siamo un gruppo unito e siamo proiettati nella stessa direzione: vogliamo far punti”. Il Milan, per via di questa stagione fallimentare, è stato oggetto di diverse critiche che, sebbene siano un campanellino d’allarme, spronano i rossoneri: “Siamo molto autocritici e – spiega Bonaventurale critiche si servono per dare di più”.

TUTTE LE NOTIZIE SU MILAN-CESENA

Leggi anche: