Milan-Chievo 2-0, Galliani: "Honda è un giocatore super"

Il Milan torna alla vittoria battendo il Chievo 2-0 e portandosi momentaneamente al quarto posto in classifica. Intervistato ai microfoni di Milan Channel l’amministratore delegato dei rossoneri Adriano Galliani si è complimentato con la squadra per la bella vittoria, ma sopratutto ha voluto sottolineare il momento magico di Keisuke Honda definendolo un giocatore super: “Lo scorso gennaio ci avevano mandato il fratello di Honda, – scherza Galliani – poi ci siamo ribellati e ci hanno mandato il vero Honda, quello che tutti conosciamo. E’ un giocatore molto importante, sta dimostrando a tutti le qualità che ha sempre avuto”.

Il giapponese di questo inizio di stagione sembra completamente trasformato rispetto al giocatore ammirato lo scorso anno. In queste prime 6 giornate di campionato Honda ha messo a segno la metà dei gol realizzati dai rossoneri, rivelandosi decisivo e importante per la squadra. Sintomi, questi, che testimoniano che il numero 10 del Milan è riuscito ad ambientasi e che, come sostenuto da Galliani, aveva solo bisogno di tempo e fiducia per esplodere: “L’anno scorso non ha potuto svolgere la preparazione e veniva da un campionato molto diverso, quello russo. Quest’anno invece, si sta dimostrando fondamentale per noi, è un giocatore tecnicamente super”. Honda pare esser diventato, nel Milan di Inzaghi, un vero e proprio pilastro e per questo la Coppa d’Asia desta non poche preoccupazioni tra i rossoneri:Mi sento già disperato sapendo che a gennaio, a causa della Coppa d’Asia, dovremo gioco forza rinunciare a lui”. 

La rinascita di Honda permette a Galliani di togliersi un sassolino dalla scarpa. I parametri zero, tanto criticati, stanno dimostrando di valere quanto i calciatori di livello acquistati a suon di quattrini: “Non capisco perché se un calciatore viene pagato 30/40 milioni va bene e se invece è un parametro zero no. Ci vuole molta più abilità a prendere dei parametri zero di livello che spendere milioni di euro per prendere un giocatore”. 

Leggi anche: