Nel nuovo Milan cinese Maldini potrebbe avere un ruolo da dirigente in futuro?

Il nuovo Milan made in China inizia le sue manovre di assestamento. Una società in parte da ridisegnare per guardare al futuro in modo produttivo e consapevole. Ma si sa, non c’è futuro senza passato e per questo, secondo quanto si legge sul Corriere della Sera di oggi, i nuovi proprietari orientali vorrebbero inserire nel management qualcuno che in un certo senso rappresenti un legame con il vecchio Milan.

Una bandiera insomma che possa fare da trait d’union tra ciò che il club rossonero è stato e quello che invece sarà. I più papabili rispondono ai nomi di Alessandro Costacurta, Demetrio Albertini e Paolo Maldini. Ancora è chiaramente troppo presto per decidere, in quanto i punti da mettere a fuoco sono tanti, in primis il mercato in vista del campionato.

Ciò che invece sembra essere certo è il desiderio concreto dei cinesi di non abbandonare nel dimenticatoio quelli che in ogni caso sono stati 30 anni di grande storia e tanti successi.

LEGGI ANCHE: