Milan, De Sciglio: "Squadra unita sia dentro che fuori dal campo"

Dopo un inizio abbastanza deludente e le numerose critiche che gli sono piovute addosso, Mattia De Sciglio sembra finalmente aver ritrovato la sua forma migliore e nelle ultime uscite ha fatto intravedere quello che è il suo straordinario talento. In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera il terzino del Milan ha elogiato Inzaghi e il suo operato come allenatore, sottolineando soprattutto il lavoro svolto sul gruppo e lo spirito di unione della squadra che ha permesso ai rossoneri di ottenere ottimi risultati sul terreno di gioco: “Inzaghi è un grande mister, ha lavorato sul gruppo e sull’unità di squadra, che la scorsa stagione mancava. Se c’è unione anche fuori dal campo i risultati poi si vendono anche durante i match. La caratteristica che contraddistingue il mister è quella di trasmetterci sempre tanto entusiasmo. Da noi pretende sempre impegno e serietà ma è molto più permissivo di quello che può sembrare da fuori, è stato giocatore fino a poco tempo fa e conosce perfettamente le nostre esigenze”.

De Sciglio è stato molto criticato, soprattutto nelle prime partite, per il suo scarso rendimento. Da lui, infatti, i tifosi si aspettano sempre la super prestazione e il terzino ne è consapevole: “So che da me si pretende tanto per le grandi doti che ho fatto intravedere fin da subito. Ogni domenica tutti si aspettano la prestazione super da parte mia senza pensare che un calo alla mia età è normale. Devo imparare a fare del mio meglio senza dar peso alle critiche”.

Infine Mattia risponde alla domanda sull’eventualità di diventare in futuro il nuovo capitano del Milan: “Sarebbe un privilegio e un onore indossare, un giorno, la fascia di capitano del Milan. Sto prendendo esempio da quei giocatori di esperienza che ci sono nello spogliatoio come Abbiati, Bonera e Montolivo che sono leader carismatici di questa squadra”.

Leggi anche: