Milan, difesa in emergenza: errore di Galliani sul mercato

Il Milan si presenta alla prossima sfida di campionato contro il Torino in una vera e propria emergenza per quanto riguarda il reparto difensivo, in cui mancheranno quasi completamente esterni, e anche con i centrali di riserva Bonera e Silvestre, messi k.o. da diversi infortuni.

Assenti Abate e De Sciglio che dovrebbero tornare nel giro di 20-30 giorni a disposizione, il Milan dovrà affrontare questa emergenza probabilmente anche per le prossime gare di Champions e campionato: per la sfida di domani sera col Torino potrebbe partire dal primo minuto Cristian Zaccardo al quale verrebbe data fiducia dopo mesi passati a guardare. Scartata dunque l’ipotesi Poli terzino al momento, ma certamente qualcosa dovrà pur inventarsi Allegri in vista delle prossime delicate sfide contro Celtic e Napoli.

Mattia De Sciglio

Ma molti si domandano il perché, dopo appena due giornate, si arrivi ad una totale emergenza in difesa: al di là di un po’ di sfortuna, poiché gli acciacchi sono arrivati contemporaneamente, il Milan poteva e doveva certamente potenziare un reparto difensivo che certamente non è di primo livello. La coppia centrale titolare Mexes-Zapata è affidabile, ma non in senso assoluto, in panchina c’è Bonera che non è più giovane e Silvestre che può essere molto utile, mentre sugli esterni bisognava prendere almeno un elemento.

Tutti, come è normale, siamo stati travolti dall’entusiasmo per l’arrivo di Kakà, ma forse era più logico intervenire anche in difesa, andando così ad evitare la spaccatura tra i reparti, anche numericamente parlando: spaccatura perché i rossoneri possono contare dalla trequarti in su su uomini di primo livello, ma dietro lasciano ancora molto a desiderare.

Leggi anche -> Silvestre infortunato: ecco il comunicato del Milan

Leggi anche -> Milan senza difesa a Torino: idea Poli terzino

Leggi anche -> Torino-Milan: analisi dei prossimi avversari dei rossoneri