Milan, Honda vince in campo e nella moda

Un biondo ossigenato e uno sguardo nascosto dietro un paio di occhiali da sole. Keisuke Honda, oggi, è il capocannoniere del Milan, posizione frutto di una lunga ed appassionata ascesa che dal Giappone lo ha condotto a stabilirsi nella capitale della moda.

Questo “giapponese atipico“, come lo definisce Zaccheroni, non ha prestato la sua immagine solo alla passione calcistica. Honda è apparso su copertine di moda e ha stipulato contratti con prestigiosi marchi di sponsorizzazione. E’ stato un marchio di orologi, nel 2010, a sancire i primi rapporti di Honda con la città di Milano, e se quando arrivò aveva preso alloggio in un albergo, oggi ha la sua famiglia e la sua bella casa nei pressi di Via Montenapoleone.

Così, quello che la rivista GQ definì nel 2010 c0me l’uomo dell’anno, dopo la sua prima esperienza europea con l’Olanda in Serie B e in Russia, si conferma adesso campione rossonero, realizzando la sua prima doppietta italiana (3-1 contro il Verona al Bentegodi) e il record di 6 gol in 7 partite. Insomma, il suo è diventato il silenzio di un idolo.

Leggi anche: