Milan, i troppi infortuni rilanciano Van Ginkel e Suso?

La parola “infortunio” è sicuramente quella più quotata quando si parla di Milan, soprattutto in questo periodo, costellato da brutti risultati e pessime prestazioni. Ultimi in ordine di tempo quelli di Montolivo e De Jong, usciti dalla partita contro il Chievo per dei problemi al flessore. Gli infortuni muscolari in casa Milan sono sempre più frequenti e c’è già chi parla di allenamenti sbagliati e troppo carico, forse invece è solo sfortuna.

Sicuramente questi “incidenti di percorso” non aiutano la squadra rossonera in questa difficile situazione, nella quale si vede privata di due elementi di fondamentale importanza, ovvero 2/3 del centrocampo titolare, reparto che sicuramente fatica anche per la mancanza di continuità a livello di giocatori e per i continui cambiamenti di formazione cambia che non fanno altro che evidenziare dei limiti già esistenti.

Questo sarebbe il momento per Inzaghi di dare spazio ai giovani, ad esempio Van Ginkel e Suso, fino ad ora trascurati o usati come rimpiazzi. Agire in questo senso gioverebbe ad una squadra pesantemente penalizzata dalle prestazioni mediocri dei più esperti, mentre i perenni “esclusi” troverebbero motivo di riscatto. L’unico che sembra debba essere convinto è il solito Inzaghi che preferisce schierare gli ormai “appassiti” Muntari ed Essien, fischiati dai tifosi, piuttosto che nuovi innesti che hanno voglia di dimostrare e sicuramente metterebbero più “fame” in campo. Si può solo sperare che questi infortuni diano una spinta in più per osare e rischiare e ciò non farebbe altro che rinnovare il gioco, ma soprattutto un ambiente che sembra totalmente privo di voglia.

Leggi anche: