Milan, il Bologna evidenzia tutti i limiti difensivi rossoneri

Il Milan esce dallo stadio “Dall’Ara” con un punto che certo fa morale ma che per la classifica non cambia assolutamente niente, anzi aumenta le preoccupazioni in casa rossonera, dove la rimonta pazzesca e clamorosa dello scorso anno appare sempre più un miraggio.

In particolare, dalla sfida col Bologna esce un Milan che moralmente può ritenersi forte avendo raddrizzato una gara che dall’inizio sembrava molto difficile e che dopo è divenuta quasi stregata per una ventina di minuti però evidenti sono i limiti difensivi di una squadra come quella rossonera che certamente non può ambire a competere per il titolo o per qualcosa di più del passaggio della fase a gironi in Champions League.

Philippe Mexes

La difesa delle ultime gare fa davvero acqua da diverse parti, con Abbiati in primis che appare molto confuso in questo periodo, oltre ad Abate, Constant e Zapata che non si stanno esprimendo al meglio, senza dimenticare gli abulici Emanuelson e Zaccardo. L’unico superstite è Mexes che in questo momento quasi da solo tiene a galla la difesa rossonera da quello che può essere letteralmente un tracollo.

Sabato sfida alla Sampdoria a “San Siro” e già si parla di gara cruciale: riuscirà la difesa rossonera a portare a casa finalmente i tre punti e magari evitando di subire questa valanga di reti?

Leggi anche -> Bologna-Milan 3-3: che sofferenza per i rossoneri!

Leggi anche -> Napoli-Sassuolo 1-1: Video gol e highlights della gara

Leggi anche -> Milan-Napoli interminabile: in Campania spuntano magliette contro…