Milan in Vendita, l'offerta del cinese Mr Lee

Sembra essere giunta all’atto conclusivo la vicenda per la vendita del Milan, con Bee Taechaubol in pratica vicinissimo all’accordo con Silvio Berlusconi, eppure, come riferito da Sportmediaset, dalla Cina continuano a giungere segnali forti di un interesse concreto e mai svanito della cordata di Richard Lee, che sarebbe pronta a presentare un’offerta da 600 milioni di euro per il 60% delle quote societarie per convincere Berlusconi ad abbandonare la pista che porta al nome di Bee Taechaubol.

Sempre in giornata il noto portale sportivo aveva rivelato che in attesa dell’incontro decisivo, attualmente ancora in corso, Zong Qinghou, il fondatore del Wahaha Group, avrebbe preso accordi con il Cavaliere per giungere a Milano nei prossimi giorni e presentare un’offerta concreta. Una delle principali differenze tra le due offerte, al di là delle cifre messe in ballo, dipenderebbe dalla modalità dell’investimento: mentre la cordata di Richard Lee verserebbe direttamente i 600 milioni offerti, Bee Taechaubol farebbe leva sulla China Citic Bank International e sulla ADS-Securities LLC, società di servizi finanziari di Abu Dhabi, che garantirebbero per il broker tailandese.

Intanto fonti vicine a Silvio Berlusconi fanno sapere che Richard Lee sarebbe ancora disposto ad aspettare, ma qualche giorno al massimo: la Cina ha voglia di investire nel calcio, indipendentemente se sarà o meno nel Milan.

Leggi anche: