Milan, Inzaghi esonerato: questione di ore

È questione di ore ormai. Il futuro di Pippo Inzaghi si deciderà a breve e l’esonero, dopo l’ennesimo passo falso ottenuto contro nel match contro il Verona, sembra essere sempre più vicino. A sostituirlo dovrebbe essere Mauro Tassotti, al momento suo secondo, che guiderà il Milan fino al termine della stagione.

Secondo quanto si apprende dalle pagine del Corriere dello Sport, pare che in casa Milan si stia discutendo proprio del destino della squadra rossonera e di Pippo Inzaghi. Le prossime ore dovrebbero essere quelle decisive in quando domani il Milan dovrebbe ritrovarsi a Milanello per riprendere gli allenamenti e preparare il prossimo match di campionato contro la Fiorentina.

Se Inzaghi venisse esonerato, dovrebbe spettare a Tassotti la panchina del Milan. L’attuale secondo allenatore dei rossoneri dovrebbe prendere in mano le redini della squadra e traghettarla sino al termine della stagione. Solo a giugno, infatti, il Milan dovrebbe conoscere il suo nuovo allenatore. Fatale è stata la partita con il Verona che ha testimoniato come le idee di mister Inzaghi siano ben confuse e condizionate spesso dai suoi collaboratori. Proprio ieri sera, al termine della partita, Galliani si era recato negli spogliatoi per parlare con SuperPippo e ne era uscito scuro in volto, lo stesso Inzaghi nelle dichiarazioni rilasciare aveva glissato sul suo esonero:Sarà la società a decidere“.

Leggi anche: