Milan-Juventus 0-1, Inzaghi: "Dispiace aver perso ma sono soddisfatto''

Nel post partita tra Milan e Juve, parla ai microfoni di Sky Filippo InzaghiPippo al triplice fischio finale ha abbandonato il campo visibilmente alterato, le telecamere che lo seguono fino all’ingresso nel tunnel lasciano intravedere quasi un gesto di stizza all’indirizzo di qualcuno, probabilmente dell’arbitro Rizzoli ma è lo stesso allenatore rossonero a smentire: “Ero arrabbiato perchè ci abbiamo sperato di essere all’altezza di una squadra straordinaria, dopo due partite non possiamo pensare di essere al livello della Juve.”

Inzaghi si dichiara comunque soddisfatto dell’operato della squadra, sostenendo che i ragazzi abbiano lottato come lui aveva indicato di fare: “Sono soddisfatto, la Juve ha creato, abbiamo avuto una buona reazione, ho messo dentro due punte e dispiace che non siamo riusciti a trovare il pareggio. Dobbiamo credere di poter crescere partita dopo partita”.

Inzaghi prosegue dichiarando quale secondo lui sia stato il valore aggiunto della Juventus di questa sera sostenendo che la differenza sia stata fatta dai singoli: “Il goal della Juve è stato frutto di una azione splendida di due grandi campioni. Dispiace aver perso però dobbiamo ripartire sapendo che dobbiamo ancora crescere tanto”. Il neo allenatore rossonero è consapevole di aver ancora parecchia strada da fare, si rammarica per i tre punti persi ma non recrimina nulla alla sua squadra, guardando già al prossimo impegno previsto per martedì: “Non possiamo vendere fumo ai nostri tifosi, abbiamo ancora molto da lavorare. Adesso dobbiamo già concentrarsi sul prossimo impegno in casa dell’Empoli”.

Leggi anche: