Milan-Juventus 2014: un solo punto contro le prime cinque in classifica

Il Milan affronta la Juventus in una sfida che un tempo segnava il big match per lo scudetto, ma che ora significa solo prestigio, anche perché la differenza di classifica è abissale con i bianconeri sempre più vicini al terzo titolo consecutivo, mentre la formazione di Allegri prima e di Seedorf poi annaspa al nono posto, con concrete possibilità di dover guardare le competizioni europee nella prossima stagione da casa.

La squadra di Seedorf ha bisogno di invertire quella che è una rotta divenuta preoccupante: al di là di un ruolino di marcia assolutamente da dimenticare in questo campionato 2013/2014, il Milan denota una grossa difficoltà nell’approccio alla gara quando incontra avversari ben messi in classifica. Senza trascurare anche il risultato negativo maturato in Champions, dove il Milan difficilmente sbaglia la partita, i rossoneri contro le prime cinque della classifica (Juventus, Roma, Napoli, Fiorentina ed Inter) hanno maturato appena un punto. Seppur contro alcune formazioni sia stata giocata una sola gara, il dato resta comunque emblematico e preoccupante.

Sicuramente urge invertire la rotta, poiché il punto ottenuto contro la Roma non può bastare e se si vuole puntare ad un piazzamento europeo bisogna assolutamente tornare a mietere vittime importanti: questa volta l’opportunità è ghiotta poiché i bianconeri arrivano a Milano e dunque potrebbero anche risentire del tifo avversario e soprattutto anche di un po’ di stanchezza considerando il viaggio in Turchia. Da non dimenticare anche il trend di Balotelli con le big: un solo gol contro le prime cinque (inutile per giunta poiché segnato nella gara di andata contro il Napoli), e la voglia di continuare ad essere spietato sotto porta come dimostrato contro le piccole, d’altronde in una squadra che ha avuto gente come Van Basten, Weah e Shevchenko, si sa bene cosa vuol dire essere campioni anche contro le “big”.

Leggi anche -> Milan-Juventus: Seedorf recupera tre pedine chiave

Leggi anche -> Milan-Juventus, scelto l’arbitro: i precedenti con lui

Leggi anche -> Champions League: quante vittorie fuori casa!