Milan, la moglie di Pazzini contro Inzaghi: “Non è meritocratico”

Con l’avvento di Pippo Inzaghi in panchina, Giampaolo Pazzini pensava e sperava di potersi ritagliare uno spazio nel Milan, ma trascorse nove giornate e accumulate sole tre presenze in campionato l’ottimismo del Pazzo pare aver lasciato il posto a una cocente delusione che è stata esternata quest’oggi, nel giorno successivo a Cagliari-Milan, dalla moglie del numero 11 rossonero, Silvia Slitti.

Attraverso Instgram, infatti, la moglie di Pazzini ha voluto lanciare una provocazione a Pippo Inzaghi che, dalle interviste alle conferenze, ha sempre dichiarato di scegliere i calciatori secondo il criterio della meritocrazia. Di avviso completamente diverso è, invece, Silvia Slitti che nello sfogo pubblicato e prontamente rimosso su Instagram ha parlato di meritocrazia inesistente in Italia e, seppur non palesandolo, il riferimento era alle scelte di Pippo Inzaghi e allo scarso impiego del marito Pazzini in questo primo scorcio di stagione. Il messaggio sarà arrivato sino alle porte di Casa Milan e Milanello?

Silvia Slitti Pazzini messaggioLeggi anche: