Milan, le gerarchie potrebbero cambiare: Gabriel c'è

Nella partita di ieri sera oltre al risultato si sono avute note positive da alcuni calciatori. Ovviamente il nome più gettonato è quello di Valter Birsa, match-winner con un gran gol da fuori area, ma i tifosi più attenti avranno notato la buona prova di Gabriel Vasconcelos Ferreira, per tutti semplicemente Gabriel, portiere classe 92’ arrivato la scorsa stagione dal Cruzeiro per la cifra di 700mila euro.

Appena sbarcato a Milanello i tecnici lo avevano definito ancora troppo acerbo per poter occupare in modo stabile e costante la porta rossonera: da qui l’idea di lasciarlo in gruppo con la Prima squadra ma fargli fare alcune apparizioni con la Primavera di mister Dolcetti, dove non ha sfigurato e ha messo in mostra in più di un’occasione le sue notevoli doti.

Finalmente ieri sera l’esordio a San Siro: con l’infortunio al polpaccio di Abbiati, gli addetti ai lavoro ed anche i tifosi pensavano che il posto toccasse ad Amelia ed invece mister Allegri ha deciso che era venuto il momento di gettarlo nella mischia.

Gabriel

Inizialmente un po’ di emozione e di tensione, in particolare sull’uscita titubante su un lancio lungo dopo pochi minuti di gioco, ma poi solo grande personalità e buoni interventi come quello su Di Natale che ha salvato il risultato.

Adesso la gerarchia tra i pali rossoneri potrebbe cambiare e Christian Abbiati, con 36 anni e qualche malanno fisico durante le ultime stagioni, potrebbe vedersi scavalcato da questo nuovo talentino brasiliano pronto in rampa di lancio per entrare nel cuore dei tifosi e regalare grandi soddisfazioni alla squadra.

Leggi anche-> Milan-Udinese 1-0: rossoneri tornano alla vittoria…

Leggi anche-> Ancora Kakà quattro anni dopo…

Leggi anche-> Il Barcellona non va oltre il pari…