Milan, Montolivo: tanta qualità, poca serenità

Di recente è stato sferrato un attacco in piena regola all’attuale capitano del Milan, Riccardo Montolivo. Di fatti i tifosi si sono lamentati apertamente del poco carattere e della poca personalità dimostrata in campo dal centrocampista milanista: “Lascia subito la fascia”, hanno chiesto al giocatore che dovrebbe essere colui che trascina la squadra e che tenga le redini in campo. Forse, però, quello che i tifosi non riescono a mettere a fuoco è che di giocatori come lui ne servirebbero di più al Milan di adesso. Persone con carattere e che mantengano un basso profilo, operando dietro le quinte senza volersi prendere mai un merito.

Montolivo è un leader all’interno dello spogliatoio, ma soprattutto in campo: rispettato dai suoi compagni e dall’intera dirigenza, un punto di riferimento anche all’interno della nazionale italiana e personalmente sostenuto persino dal presidente Berlusconi che ultimamente sembra trovare ben pochi lati positivi nell’attuale situazione della sua squadra, uno tra i quali proprio il capitano.

I tifosi del Milan, giustamente, sono abituati a personaggi come Maldini e Baresi ed è comprensibile la difficoltà che si trova nel distaccarsi da queste figure così imponenti. Tuttavia si dovrebbe comunque ragionare sulla fortuna che ha questa squadra ad avere un capitano come Riccardo Montolivo, basti guardare la qualità che ha riportato in campo dopo un mese di assenza guidando alla vittoria la squadra: con lui il centrocampo ha ripreso a funzionare.

In passato è anche stato corteggiato da squadre di alto livello, ma ha deciso di restare per sposare la causa rossonera senza indugi. In lui gli allenatori hanno sempre trovato un punto di riferimento sia in campo che in spogliatoio, per non parlare del gioco che passa per la maggior parte delle volte dai suoi piedi. Certo, non sarà paragonabile a Pirlo o Iniesta, ma resta pur sempre un giocatore di primissimo livello e sicuramente fa male sia al calcio e sia al Milan stesso vedere in che modo è stato attaccato senza esclusione di colpi.

Non si pensa al fatto che questo giocatore, arrivato da poco più di un anno, abbia accettato la fascia da capitano in uno dei momenti peggiori della storia del Milan. Senza esitare ha preso non solo un pezzo di stoffa, ma si è caricato anche di moltissime responsabilità, raccogliendo un’eredità più che pesante senza paura e sempre a testa alta, da vero campione. Montolivo ha risposto ai tifosi senza polemiche, anzi ha promesso che la squadra sarebbe ritornata in alto con il duro lavoro. Insomma, un signore sia in campo che fuori. Milan, tienitelo stretto.

TUTTE LE NOTIZIE SU RICCARDO MONTOLIVO