Milan News, Calabria: "Giocare qui è un sogno"

Da tifoso milanista è la cosa più bella che potesse capitarmi, è un sogno realizzato che spero possa essere amplificato con delle vittorie“, è questo il passaggio dell’intervista rilasciata da Davide Calabria a Sky Sport riguardante le sue sensazioni nell’essere un calciatore del Milan a soli diciannove anni.

Con Elia Legati il giovanissimo terzino rossonero ha parlato di tante cose, come ad esempio il suo collega Gianluigi Donnarumma che ormai è diventato titolare inamovibile della formazione di Sinisa Mihajlovic:”E’ un predestinato, a sedici anni io giocavo negli Allievi, lui è titolare al Milan con tutte le pressioni che ci sono, ha qualtià da grandissimo, da campione“.

Sui i suoi coetanei calciatori si è così espresso:”Si incontrano dei giovani che pensano di essere già arrivati invece sono solo all’inizio, fanno un po’ i fenomeni. Io sono sempre stato così, ho iniziato da poco a giocare, sono nato in questo modo, non ho mai fatto il fenomeno

Tornando a parlare della sua esperienza in rossonero, Calabria ha raccontato il suo esordio con queste parole:”Ero rientrato in quella settimana, ho fatto qualche allenamento, pensavo di giocare con la Primavera, invece Inzaghi mi ha convocato, poi verso la fine della partita De Sciglio ha avuto dei crampi, ho sperato di entrare e mi ha detto di scaldarmi, il sogno si è realizzato. Inzaghi mi ha detto di stare tranquillo, Tassotti mi ha dato dei consigli, anche se per pochi minuti è stata un’emozione indescrivibile

Sul suo ruolo:”Sono nato come mediano davanti alla difesa, poi a dieci anni sono arrivato al Milan e ho fatto un po’ il jolly. Mi hanno provato come terzino e mi sono specializzato in quel ruolo

Infine sulle sue passioni e sul rapporto con la sua famiglia:”Mi è sempre piaciuta la fotografia, mi piacevano i paesaggi, mio zio mi regalò una fotocamera, poi passando gli anni non sono più riuscito a proseguire anche per via dei ritiri. Mi è sempre piaciuta la fotografia, mi piacevano i paesaggi, mio zio mi regalò una fotocamera, poi passando gli anni non sono più riuscito a proseguire anche per via dei ritiri“.